Albero di Pasqua origini e consigli su come allestirlo

Anche in Italia inizia a prendere piede l’usanza di allestire il cosiddetto “albero di Pasqua”.

323

Albero di pasqua origini. Ne sapete qualcosa? Non è un errore. Proprio così oltre all’albero di Natale inizia a spargersi la voce di un usanza alquanto anomala.

Come la festa di Ognissanti è stata quasi soppiantata da una festa proveniente dall’America – con antiche origini celtiche – ossia Halloween, un’altra festa religiosa rischia di perdere il proprio spirito in favore di una tradizione importata dall’estero. A Pasqua infatti, anche in Italia inizia a prendere piede l’usanza di allestire il cosiddetto “albero di Pasqua”. Personalmente ne ignoravo totalmente l’esistenza e ne sono venuto a conoscenza in modo traumatico in un negozio, mentre cercavo oggettini pasquali tradizionali.

Come nel caso del suo quasi omonimo invernale, anche l’albero di Pasqua è una pianta stagionale che viene decorata in modo particolare, soprattutto con uova, fiori e simboli pasquali. Stesso dicasi per la scelta dell’albero, da scegliere “in vaso” (perfetta per interni e balconi) o un albero interrato. Vediamo di seguito da quali Paesi proviene e qualche consiglio utile su come allestirlo.

Albero di pasqua origini: tutta la verità

Quessta usanza trova le sue origini nei Paesi Scandinavi ed è nata probabilmente nel Medioevo. Si trattava della tradizione che consisteva nell’addobbare una pianta od un alberello con uova dipinte e fiori freschi. Il tutto era fatto come segno della rinascita della natura in primavra. Proprio da qui la relazione con la rinascita di Gesù Cristo.

Fu però il tedesco Volker Kraft, nel 1965 a riportare questa tradizione all’epoca moderna dando lo spunto alle generazioni successive.

CONTINUA A LEGGERE