AniMani – La connessione tra Anima e Palato

Lo studio dell’autrice sulla connessione tra anima e palato, la porta a proporre vini e pietanze nella forma di menu e ricette, per arrivare a meglio gestire i nostri rapporti con chiunque incroci il nostro cammino.

31

Regalati il libro AniMani

con il ricettario incluso

o regalali alle persone

che ti stanno a cuore.

Sono lieto ripresentarvi il Libro con il Ricettario allegato scritto da Isabella Montwright che tratta dei menù e del palato di ogni segno zodiacale. Di seguito la mia prefazione al Libro – Nico Colani

Prefazione

Premetto che fino a qualche tempo fa, ero ignaro di tutto ciò che riguarda i segni zodiacali e l’astrologia in generale, in quanto non fanno parte dei miei interessi; e sono rimasto ancor di più sorpreso che potrebbe esistere un collegamento fra il nostro palato e il nostro “essere”.

Mi sono dovuto ricredere.

Dalle prime pagine dell’introduzione di questo libro e poi leggendo sul mio segno (a me più famigliare), ho capito che astrologia ed esoterismo hanno poco a che fare con quest’opera, sebbene l’autrice si appoggi sul decalogo zodiacale (che lei giustamente definisce come il più completo sulla psiche umana), per svelare cosa si nasconde nel nostro palato, ma più importante ancora, in quello degli altri.

Se c’è una parola che, a mio avviso, più caratterizza quest’opera, è il verbo “stimolare”, uno stimolo che ci viene trasmesso da una profonda conoscenza da parte dell’autrice, del carattere delle persone che ci circondano, aiutandoci e insegnandoci come fare esortare i migliori tratti caratteriali di chi, in un modo o in un altro, influenza o influenzerà la nostra vita sebbene anche nella sua quotidiana.

Nella seconda parte invece, lo studio dell’autrice sulla connessione tra anima e palato, la porta a proporre vini e pietanze nella forma di menu e ricette, per arrivare a meglio gestire i nostri rapporti con chiunque incroci il nostro cammino.

Di sicuro, bisogna essere pronti ad accettare una certa critica, ma per fortuna, è una assolutamente costruttiva.  E nel modo nel quale l’autrice ironizza su tutti noi, ho imparato anche a ridere di me stesso e ho compreso quanto guadagno emotivo e sociale ci sia nel prendersi meno sul serio e concentrarsi invece sul capire e conquistare gli altri.

Tutto questo, l’autrice lo rende possibile tramite quello che lei definisce come una buona tavola accessibile e apparecchiabile da tutti, con ricette, a volte anche classiche ma sempre con qualche nota in più, perché personalizzate secondo l’umore ed il temperamento dei commensali che invita alla sua mensa.

In questo libro si esaltano sapori e gusti, con un occhio anche alla presentazione, per risvegliare la creatività dei nostri palati.

Si troveranno gli stimoli per sentirsi soddisfatti e in pace con l’universo, con chi si ama e persino con determinate persone nel mondo del lavoro; penso proprio che questo saggio in qualche modo possa servire anche a professionisti che operano nel settore pubblico a tutti i livelli.

Animani è un po’ il racconto di tutti, con un’autrice che esprime con semplicità anche i concetti più profondi offrendoci una tavola conviviale che possa farci sentire sempre  più fiduciosi degli altri e del nostro futuro.

Nico Colani

Per maggiori informazioni: www.animani.eu

Previous articleWhere to use custom mailer boxes?
Next articleEnjoy a Breath-taking Vacation in Bimini without Burning a Hole in Your Pocket
Nico Colani nativo di Genova. Si diploma elettricista e in elettronica ed in seguito la sua passione per il digitale lo vede applicarsi da autodidatta in informatica e sviluppo web, poi è titolare per vari anni di una piccola impresa di trasporti. Nico assiste al fiorire di periodi di grande boom industriale ed economico per l’Italia partecipando anche a varie attività sindacali per la tutela dei diritti lavoratori. Eterno pensatore e provocatore, Nico Colani si è sempre impegnato, attraverso vari mezzi di comunicazione come il suo blog decennale di satira “Guanot” e più recentemente con “Il Macigno” ad individuare i grandi paradossi sociali nella vita contemporanea fino ad estrapolarne le sue dissonanze. Il suo è non solo un invito a meditare, ma a sollecitare pareri al fine di aiutare la propria società a ristabilire gli equilibri sociali, culturali ed economici persi nei cambiamenti generazionali dove si è scelto di crescere e maturare senza consapevolezza storica e culturale del proprio paese di origine. Il suo motto è sempre stato “Ruit Hora”, ovvero “Il Tempo Fugge”. Isabella Montwright