Il canto di pace

86

Canto,
ciò che sento a stento,
con sofferenza e con clemenza.

Canto l’inno della pace
con la frenesia della mia mano destra
bisognosa,
soltanto di scrivere.

Canto,
i pianti, la paura,
la sofferenza, la rabbia,
il dolore, l’odio,
la malattia.

Canto,
per il cuore lacerato al mondo intero,
ai fiumi di lacrime di sangue
che scorrono su di loro.

Canto,
per la pace dei vivi.

Canto,
per i bambini del mondo
per dargli speranza.

Senti, udisci il mio canto;

Prendi un sorriso,
regalalo a chi non lo ha mai ricevuto.

Prendi la bontà,
e donala a chi non sa donare.

Scopri l’amore,
e fallo conoscere al resto del mondo.

Canto perché,
non voglio che il sangue
torni a inzuppare il pane.

Canto,
per un giorno migliore,
puro, sincero,
per quando scoppierà la pace,
dove nessuno mai più
soffrirà.

Previous articleLettera a mio figlio … Perdonami non mi sentivo pronta
Next articleMostra fotografica Motoveliero San Giuseppe Due
BIOGRAFIA Scaglione Santina, sono nata a Patti, in provincia di Messina, il 24/01/1989. Aspirante scrittrice, poeta, racconti di fiabe. La mia ispirazione: scrivere tra il verde, nella quietudine. Ho trascorso la mia infanzia a San Piero Patti, a Urgeri, una piccola contrada del paese, all’aria aperta, nel verde delle montagne. Ho frequentato a San Piero Patti, l’asilo, le scuole elementari , e medie; a Patti mi sono diplomata in perito commerciale. Due mesi dopo del diploma, diventata titolare di un negozio di alimentari a Braidi, comune di Montalbano Elicona, (S. & F. ALIMENTARI), attivo ormai da otto anni. Nel 2014, mi sono sposata, trasferita a Librizzi, pochi chilometri dal paese natale. Nel 2004, ho scritto delle poesie e poi pubblicate nel Gennaio 2006, numero 16, nel giornale “CIVITAS, La voce di San Piero Patti, a cura dell’Associazione socio-culturale “UNA SCELTA PER IL TUO FUTURO”. Pubblicato il mio primo libro "LA FORZA DELLA VITA" a settembre 2016, dedicandolo alla mia famiglia , Papà Agostino, Mamma Franca, Sorellina Chiara, e a mio marito Fausto, che mi hanno sempre sostenuta, e dato la forza di vivere! Lo dedico anche a chi ha stima di me. A chi mi ritiene un'amica. A chi mi vuole bene. A chi di tanto in tanto mi pensa. A chi mi dà buoni consigli. A chi mi dà la forza, per andare avanti. A chi mi sopporta e mi accetta così come sono.