Carletto … e il bagno rilassante.

90

Cosa c’è di meglio se non un bagno rilassante? La stanza più quotata in casa era il bagno.
Se entrava Carletto non usciva più.
I suoi bagni erano peggio di quelli di Cleopatra e Poppea nel latte di asina.
Una sera stavamo tutti in cucina a guardare programmi alla televisione, ad un certo punto Babbino si preoccupa e dice che Carletto era da troppo tempo in bagno.
Bussa, bussa…..sempre più forte alla porta del bagno.
Carlo non risponde.
Babbino è molto spaventato ma, pure noi.

“Si è sentito male!” urla Babbino e afferra il bastone della scopa.

Passa dietro, dalla veranda dove si affaccia la finestra del bagno e sfonda in un attimo il vetro.
Un fragore enorme di vetri rotti e subito dopo si sente la voce di Carlo sonnacchiosa:”Cosa è successo?”
“Cosa è successo?” urla babbino…. “Ti sei addormentato dentro la vasca da bagno? Non è possibile! Sciagurato, ma come è possibile che una persona si addormenti dentro la vasca. Ci hai fatto spaventare tutti”:
Carletto con la sua solita flemma per sdrammatizzare:”Non ho sentito, l’acqua era calda e mi sono appisolato”:

Non oso ripetere ciò che disse Babbino…. inquieto ma, ripresosi dallo spavento continuava a cantargliele a Carletto…..

Ne disse tante, ma tante che il Generale d’Armata come faceva solitamente quando vedeva le cose mal prese si mise a difendere Carletto dicendo che era stanco dal lavoro e perciò era successo tale fatto.
Babbino….mai avesse sentito l’avvocato difensore fare certi discorsi sul lavoro e le sue fatiche.
Sorvoliamo…….
Carletto l’indomani andò a Pirri ad ordinare il vetro rotto…..logicamente lo pagò senno il Generale d’Armata, questa volta MAI l’avrebbe difeso!!


Carletto … e il bagno rilassante.