Che cos é una livrea? Origini e storia di questa parola

8

Stavo leggendo un romanzo e mi sono imbattuto nella parola Livrea. Ovviamente non si tratta di un romanzo dei tempi nostri, essendo il termine leggermente in disuso.

Ma quanti di voi conoscono il vero significato nonché le origini di questo termine? Facendo una ricerca approfondita in rete si nota subito che Livrea può essere utilizzato con diversi significati sebbene il termine originario sia uno solo.

Il primo utilizzo di questa parola indica come riporta Treccani è: veste con i colori e lo stemma della casa che, dal XII secolo, i nobili e regnanti regalavano ai familiari e alla gente del seguito, o che offrivano a persone alle quali volevano rendere omaggio o assicurare protezione. Lo stesso termine indicava anche la giacca dai colori prestabiliti che i cavalieri indossavano sull’armatura, e lo stemma con impresa e colori araldici che le dame offrivano ai cavalieri.

Una volta scomparsi questi termini la livrea ha assunto il significato di “divisa” fornita alla servitù nelle case nobili o reali e riportante lo stemma della famiglia.

Parliamo quindi di qualcosa che oggi è quasi completamente scomparso. Il termine é però tuttora utilizzato come sinonimo di servilismo. Dire, ad esempio, non porto la livrea di nessuno significa affermare la propria libertà di azione e l’assenza di alcuna forma di dipendenza.

Non è tutto qui perché livrea è un termine che esiste anche in zoologia. Il termine indica infatti l’insieme dei colori della pelle, dei peli o del piumaggio di tutti gli animali. Ci sono quindi animali che hanno una livrea per mimetizzarsi ed animali che hanno una livrea differente in rapporto alle stagioni.

In questo senso quindi la livrea è la divisa degli animali. Il significato, quindi, non si discosta di molto da quelli precedenti. In un certo senso oggi, se volete fare una bella figura, potreste dire ad una persona: che bella livrea che porti. Ma attenzione potrebbe essere male interpretato come sinonimo di servitù.