Che cosa significa Merak?

Ho voluto approfondire le ricerche su questo vocabolo che tanto mi ha affascinata; Merak è il nome di una stella.

106
Che cosa significa Merak
Orsa Maggiore

Spesso mi capita, immersa nella noia, di farlo, di cercare sul web cose del tipo “le parole più lunghe del mondo”, oppure quelle “più strane” , le “parole impronunciabili”. Quel pomeriggio mi serviva una parola bella; e allora perché non tentare scrivendo “parole più belle del mondo”?

Inizio a scorrere lungo una lista di parole, tutte quante stravaganti e mai sentite, quasi tutte in lingua straniera, l’una diversa dall’altra. La scelta si fa difficile tra vocaboli così simbolici, carichi di significati preziosi. Fino al momento in cui trovo una parola che deriva dalla lingua serba e presto un po’ più della mia attenzione nel leggere le righe che spiegavano il significato di questo lemma, “merak”. Trovo così la seguente definizione:

“Merak è una parola serba, intraducibile in italiano, che esprime il senso di completezza e appartenenza all’universo, che proviamo quando ci immergiamo nelle bellezze semplici della vita. Merak vuole indicare un sentimento di amore profondo per tutto l’universo, nato dalla capacità di apprezzare le piccole cose, come la vicinanza delle persone a cui vogliamo bene.”

Ho voluto approfondire le ricerche su questo vocabolo che tanto mi ha affascinata; Merak è il nome di una stella.

Merak, a volte scritto anche Mirak, deriva dall’arabo المراق, al-marāq, e dall’espressione al-marāq al-marʾa al-musalsala, cioè “il grembo della donna incatenata”. Era nota nell’antica Grecia come Helike, uno dei nomi dati all’intera costellazione dell’Orsa Maggiore. In Cina era conosciuta come Tien Seuen, la sfera armillare (un modello della sfera celeste). Per gli indù, invece, era Pulaha, uno dei sette Rsi («i sette saggi» o «cantori ispirati»).

Si tratta di una stella situata nell’emisfero celeste boreale e ciò giustifica il fatto che la stella sia osservabile prevalentemente dall’emisfero nord, dove si presenta circumpolare anche da gran parte delle regioni temperate; invece dall’emisfero sud la sua visibilità si limita alle regioni temperate inferiori e alla fascia tropicale. Il periodo migliore per la sua osservazione nel cielo serale ricade nei mesi compresi fra febbraio e giugno; è possibile che essa sia visibile nell’emisfero nord anche per un periodo maggiore, grazie alla sua declinazione boreale.

Merak è una stella molto più calda e luminosa del Sole; raggio e massa sono quasi 3 volte quelli del nostro Hèlios, mentre la luminosità è 73 volte superiore.

È la quinta stella più brillante della costellazione dell’Orsa Maggiore, la cui età è stimata essere di circa 500 milioni di anni, insieme alla α (Dubhe), la γ (Phecda), la δ (Megrez), la ε (Alioth), la ζ (Mizar) e la η (Alkaid).