Il cioccolato fondente allunga la vita e la rende piacevole

103

Il cioccolato fondente allunga la vita? Molti consumano il cioccolato al latte, altri lo preferiscono bianco, i più però hanno una grande passione per il cioccolato fondente, ricco di cacao e di proprietà benefiche.

Abbiamo già visto che il cioccolato deriva dalla lavorazione dei semi (o fave) dell’albero del cacao (Theobroma), ed è definito da sempre il “cibo degli dei”, apprezzato e consumato il tutto il mondo.
Abbiamo anche considerato i vari tipi di cioccolato e chiarito che il cioccolato fondente, chiamato anche cioccolato nero, è il più naturale ed il più benefico.

Per essere tale deve contenere per legge almeno il 43% di cacao, che è l’ingrediente con più sostanze salutari; ma il massimo della bontà e dei valori nutrizionali si ottiene da un contenuto minimo del 70% di sostanza secca derivante dal cacao, con l’aggiunta di piccole quantità di grassi (burro di cacao) e di zuccheri, quindi con meno additivi e con una più alta percentuale di puro cacao.
Se poi andiamo su percentuali comprese tra l’85% ed il 99%, siamo in presenza di un cioccolato extra-amaro molto salutare, ma che non a tutti può piacere.

Molti preferiscono il cioccolato al latte, ma forse non sanno che alcuni studi hanno appurato che le molecole del latte accorpano quelle del cacao (i flavonoidi), favorendo così la perdita delle proprietà antiossidanti e cardioprotettive del sangue.

Quali sono i benefìci che apporta il cioccolato fondente? Perché Il cioccolato fondente allunga la vita?

Fornisce nutrienti

Il cioccolato fondente con un alto contenuto di cacao è nutriente. Esso contiene una discreta quantità di fibra solubile, carboidrati, sali  minerali (ferro, fosforo, magnesio, manganese, potassio, rame, selenio e zinco), proteine e vitamine. Pochi grassi e zuccheri, ma abbastanza calorie.

Abbassa il colesterolo cattivo e aumenta quello buono

I livelli di colesterolo sono un fattore di rischio per le malattie cardiache. Il colesterolo cattivo (LDL) è quello che aderisce alle pareti delle arterie, ostruendole.

Ebbene, i flavonoidi producono un’azione di contrasto contro i radicali liberi e dunque contro l’ossidazione di questo tipo di colesterolo, provocandone la riduzione e, nel contempo, favorisce la produzione del colesterolo buono (HDL), creando una cortina protettiva nelle arterie.

Vuoi scoprire di più sulle prove che il cioccolato fondente allunga la vita?

CONTINUA A LEGGERE…