Cosa sono i sali minerali e perché sono indispensabili

55

Cosa sono i sali minerali, a cosa servono, in quali cibi si trovano, cosa succede al nostro organismo quando mancano o se si assumono in eccesso. Quando usare gli integratori.

Cosa sono i sali minerali

Sono presenti in natura nel mondo animale ed in quello vegetale. I sali minerali sono sostanze chimiche inorganiche (non contenenti carbonio), presenti negli alimenti in piccole quantità, indispensabili per la salute del nostro corpo.
Come le vitamine, appartengono alla categoria dei micronutrienti, non forniscono energia diretta e, visto che l’organismo non è capace di produrli, devono essere introdotti attraverso l’alimentazione.
Si trovano nei tessuti duri come denti ed ossa, nei tessuti molli come muscoli, nelle cellule.

I sali minerali partecipano al metabolismo dei carboidrati, dei grassi e delle proteine, alla formazione di tessuto osseo e connettivo, al funzionamento dei muscoli, del sistema nervoso e delle difese immunitarie. Hanno un ruolo regolatore che riguarda l’equilibrio idro-salino, l’equilibrio acido-base, gli stimoli nervosi, il ritmo cardiaco; sono importanti per prevenire malattie cardiovascolari, tumori ed altri processi degenerativi.

La carenza di sali minerali può causare conseguenze anche gravi, come per esempio astenia, disturbi cardiaci, stipsi fino ad arrivare alla paralisi intestinale e ipotonia con rischio di collasso. Sono altrettanto dannosi se assunti in dosi molto elevate.
Conoscere i sali minerali è fondamentale per scegliere e consumare gli alimenti adeguati per colmare al meglio il nostro fabbisogno. E’ importante, altresì, seguire un’alimentazione sana e molto varia in modo da coprire tutte le esigenze dell’organismo in carboidrati, grassi, proteine, vitamine e minerali.

Macroelementi e Microelementi

I sali minerali si dividono in due gruppi a seconda della quantità giornaliera assimilata dall’organismo:

  • Macroelementi (o macronutrienti o minerali maggiori), così chiamati perché sono presenti nei tessuti in quantità relativamente elevate (apporto giornaliero sopra 100 mg).
    Sono compresi calcio, cloro, fosforo, magnesio, potassio, sodio e zolfo.
  • Microelementi (o micronutrienti od oligoelementi o minerali traccia), presenti in quantità minime (apporto sotto 100 mg) pur essendo essenziali per l’organismo.
    Ne fanno parte alluminio, arsenico, boro, bromo, cadmio, cobalto, cromo, ferro, fluoro, germanio, iodio, litio, manganese, mercurio, molibdeno, nichel, piombo, rame, selenio, silicio, stagno, stronzio, tungsteno, vanadio e zinco.

Vuoi conoscere tutti i sali minerali?

CONTINUA A LEGGERE…