Denti da latte: come avviene la caduta?

651

Il processo mediante il quale i denti si collocano nel cavo orale viene detto dentizione. Nell’uomo la dentizione si compone di due fasi. La prima detta decidua è formata dai denti da latte che ad una determinata età cadono e vengono sostituiti dalla dentizione permanente.

I denti temporanei, quelli della prima dentizione, sono venti e si dispongono in cinque per ogni semi-arcata nell’ordine di incisivo centrale, incisivo laterale, canino, primo molare e secondo molare. Questi primi denti da latte fanno la loro comparsa nella bocca di un bambino intorno ai quattro mesi e mezzo e si protrae fino ai due anni. Solitamente segue un ordine ben preciso. Intorno ai sei mesi e mezzo escono gli incisivi centrali nell’arcata inferiore; a sette mesi fanno la loro comparsa gli incisivi centrali superiori e gli incisivi laterali superiori; vicino agli otto mesi, gli incisivi laterali inferiori; ad un anno di età tutti gli incisivi dovrebbero essere presenti e a sedici mesi dovrebbe erompere il primo gruppo di molari; infine, rispettivamente intorno ai venti e trenta mesi nascono i canini ed il secondo gruppo di molari.

Dentatura permanente

La seconda dentizione, quella permanente si compone di trentadue denti che per ogni semi-arcata sono suddivisi in incisivo centrale, incisivo laterale, canino, due premolari e tre molari.
La caduta dei denti da latte inizia intorno ai sei anni ed è questo il momento di recarsi presso uno studio per effettuare la prima visita per verificare la crescita dei denti decidui. Lo studio del Dott. Carnabuci si occupa da anni di pedodonzia. Il momento in cui si perde la prima dentizione non è uguale per tutti ma generalmente cadono prima gli incisivi centrali inferiori, poi gli incisivi centrali superiori, seguono gli incisivi laterali, i molari da latte e i canini prima superiori e poi inferiori. In genere le femmine cominciano la permuta prima dei maschi.

Come avviene la caduta dei denti da latte

Non è difficile sentire dire ad un bimbo che c’è un dentino che dondola ma in realtà il processo che porta alla caduta dei denti da latte inizia con il riassorbimento delle radici, il dente rimane così soltanto poggiato sulla gengiva e il dente permanente spingendo lo scalza fuori. Questo è il motivo per cui il dente comincia a dondolare fino a cadere. Se il dentino proprio non vuole cadere da solo si può optar per qualche piccolo rimedio; spesso è il bimbo stesso che, giocandoci, lo tira via oppure, il genitore, può afferrarlo con una garzina e ruotarlo leggermente fino a tirarlo fuori. Comunque la scelta migliore è sempre quella di chiedere consiglio ad un dentista pediatrico perché se il dentino ci mette troppo a cadere può influire sulla crescita del dente permanente rendendolo storto.