Easy Listening. Una rassegna di Url video. Cap. 4.

87

Una antica leggenda narra che se corriamo senza fermarci in direzione del sole al tramonto, potremo vivere per sempre. Con una compilation di Easy Listening forse il settembre 2018 potrebbe non finire mai.

Easy Listening. Una rassegna di Url video. Cap. 4.

Ancora una rassegna di indirizzi URL per trovare sul web i video più assortiti e diversi tra loro, uniti da un esile filo psichedelico di motivi di interesse e di sensazioni gradevoli.

di Paolo Nicoletti

Sempre partendo dal presupposto che Easy Listening è un particolare tipo di compilation ispirata ad un format radiofonico di musica leggera da intrattenimento (la musica che sentiamo negli ascensori o dai dentisti), ecco che si propone di nuovo una breve carrellata di URL o links a di video e filmati musicali e non, militari e non, sentimentali e non, che permetteranno ai nostri sogni e pensieri di volare veloci ed audaci come aquile.

Bowie, Polnareff e Fraternity Brotehrs.

Cominciamo quindi con l’immortale David Bowie, qui in “Heroes“…

https://www.youtube.com/watch?v=bsYp9q3QNaQ&list=RDbsYp9q3QNaQ&start_radio=1&t=26

…in un’esecuzione dal vivo particolarmente emblematica della camaleontica capacità di Bowie di inventare e reinventarsi in nuovi generi, influenzando varie generazioni nel loro look, nei loro gusti musicali e nei loro modi di vedere il mondo . Bowie è stato uno dei più apprezzati cantautori in assoluto, con più di 140 milioni di album e dischi venduti.

Basti ricordare che i titoli dei suoi brani musicali hanno tra l’altro ispirato intere serie televisive di successo planetario, come Life On Mars” ed “Ashes to Ashes”, serie proposte spesso anche dalla RAI e dalle maggiori reti televisive italiane.

Passiamo ora a Michel Polnareff, famoso cantautore francese dalle origini slavo-ebraiche, con”Love me Please Love Me“, un grande successo degli anni 60 del ventesimo secolo

https://www.youtube.com/watch?v=OVVJ3ZiQNps&list=RDOVVJ3ZiQNps&start_radio=1&t=6

in una esecuzione particolarmente efficace ed incisiva, in un onirico bianco e nero che ci mostra un Polnareff giovanissimo.

Molti, per la verità, ricorderanno che il video più famoso di “Love me please Love me” è stato un video a colori pieno di acrobatiche ragazze in bikini: quelli che proprio volessero rivedere tale video potranno cercare su Youtube “Michel Polnareff Love Me Please Love Me Cinebox Scopitone Video & Audio REstored HD 1.942.522 visualizzazioni”.

E con un ardito balzo nel passato ecco i “Fraternity Brothers“, con il famosissimo “Passion Flower“, un successone planetario del 1957 gettonatissimo per anni ed anni, in un video piacevolissimo tratto da uno Show italiano

https://www.youtube.com/watch?v=wn4HJ9-3OBA&list=RDwn4HJ9-3OBA&start_radio=1&t=46

Chi avesse un poco di orecchio, noterà subito l’incredibile somiglianza di questo famosissimo brano musicale con l’immortale “Per Elisa” di Beethoven…..

Militaria

Cominciamo con un piacevolissimo cartone animato ed una piacevolissima marcetta, tratta dal famosissimo programma televisivo di Walt Disney “Il Club di Topolino”, o Michey Mouse Club

https://www.youtube.com/watch?v=qmn4zO6JfPo&t=34s

Sicuramente penserete in molti: “E dove sarebbe il contenuto militare?”.

La risposta evasiva è che il contenuto militare dipende anche dal contesto in cui il brano viene eseguito.

Visionando ora il finale del famoso film di “Full Metal Jacket” si può subito percepire che il Club di Topolino può diventare un inno sorprendentemente marziale, se eseguito da un gruppo di veterani che tornano a casa, dopo aver visto la morte dei loro amici ed aver fatto e sopportato cose orribili.

https://www.youtube.com/watch?v=cRflSSrg6rY

Essi cantano la canzone di Michey Mouse che diventa un incredibile inno a non sopportare ingiustizie, sollevandosi contro governi e conventicole che si producano in condotte poco ortodosse e comunque immorali e poco nobili. Più marziale di così….

Soundtracks – QuickSilver – X Men, Kingsman e Il Santo.

Passando ora alle colonne sonore famose di questi anni recenti, ecco l’indimenticabile video e la gradevolissima canzone che accompagna le imprese di Quicksilver, un nuovo e riuscitissimo personaggio degli X-Men

https://www.youtube.com/watch?v=1NnyVc8r2SM

Ed ecco la famosa scena di Kingsman, in cui il capo dei servizi segreti privati più incredibili mai concepiti pronuncia la famosa frase: “Le maniere fanno le persone”.

https://www.youtube.com/watch?v=kl8F-8tR8to

Ed ecco la colonna sonora di Kingsman

https://www.youtube.com/watch?v=_0XEYrJkn0A&start_radio=1&list=RD_0XEYrJkn0A&t=8

Ed infine, direttamente dai mitici anni ’60, ecco la formidabile colonna sonora de “Il Santo“, “The Saint“, serie televisiva di successo mondiale costruita sui best-sellers di Leslie Charteris, interpretata dall ‘indimenticato Roger Moore. Il personaggio di Simon Templar, detto Il Santo, è stato interpretato da altri grandi attori, tra cui Val Kilmer ed il famoso George Sanders.

https://www.youtube.com/watch?v=OwoabG8MGwQ&list=RDOwoabG8MGwQ&start_radio=1&t=11

Per chi volesse approfondire:

https://it.wikipedia.org/wiki/David_Bowie#Televisione voce di Wikipedia su David Bowie, piena di interessanti dati e notizie, tra cui la sventurata fine del fratello e le esperienze artistiche che hanno influenzato la vita di questo poliedrico artista, pittore, ideatore di abiti e design, attore, scrittore, cantautore ed appassionato dell’occulto e della magia nera.

https://it.wikipedia.org/wiki/Ashes_to_Ashes_(David_Bowie) voce di Wiki sull’onirico videoclip “Ashes to Ashes“, diretto a due mani con David Mallet ; Bowie racconta che l’ispirazione del brano sarebbe stata fornita da Inchworm”, brano cantato da Danny Kaye nel 1952 per il film che in Italia conosciamo come “Il favoloso Andersen”

https://it.wikipedia.org/wiki/Michel_Polnareff, voce di Wiki su Michel Polnareff, soprannominato “L’Ammiraglio”, famoso per la sua eccentricità ed autore di una trentina di album

https://it.wikipedia.org/wiki/The_Fraternity_Brothers voce di Wiki sui Fraternity Brothers, in cui tra l’altro si ricorda che essi parteciparono al Festivcal di Sanremo del 1964

http://www.carlocasale.it/gil-fields-the-fraternity-brothers.php per altre interessanti notizie sui Fraternithy Brothers

https://it.wikipedia.org/wiki/Il_club_di_Topolino wiki voce sul Club di Topolino serie televisiva degli 50 e 60 del 20° secolo, e la famosa marcetta della sigla, di Jimmy Dodd, un dei motivi più amati dai bambini di quegli anni

https://it.wikipedia.org/wiki/Full_Metal_Jacket voce di Wiki su “Full Metal Jacket”, film del 1987 di Stanley Kubrick, interpretato da Matthew Modine

https://it.wikipedia.org/wiki/Simon_Templar voce di Wiki su Simon Templar altrimenti conosciuto come “The Saint”, “Il Santo”, con la sua famosa aureola che appariva sempre nelle sigle introduttive dei telefilms. Simon Templar è un personaggio del famoso giallista Leslie Charteris, ed è apparso per la prima volta nel 1928 nel giallo “Meet the Tiger!”. Charteris ha scritto più di 50 libri con Il Santo, interpretato in films e telefilms da vari e famosi attori

https://it.wikipedia.org/wiki/Il_Santo_(serie_televisiva) sulla serie televisiva britannica degli anni 60