Estensioni, mostra sinestetica ad Isola del Liri

158

Estensioni ad Isola del Liri dove ci si immerge in un fiume o meglio una cascata di impressioni e sensazioni artistiche. La location dove andiamo è il Teatro Stabile, uno spazio espositivo nel cuore del paese, a pochi metri dalla cascata, che rende Isola del Liri uno dei paesi più originali e caratteristici del Frusinate. Estensioni è una mostra particolare nel suo genere. Per narrare questa emozione artistica, partiamo dall’incipit: conosco alcuni degli artisti, che espongono, e non é quindi possibile mancare.

L’ideatore e direttore artistico è il musicista e cantautore Daniele Scarsella. Io non sono una critica d’arte. Io sono una narratrice di emozioni e sensazioni, ossia narro quello che m attraversa. Daniele appena arrivo, mi riconosce e come un pifferaio, quello magico mi conduce per mano in questo viaggio, che è un inno alla Sinestesia, l’intreccio tra la vista e l’udito. Tempo slabbrato, tempo di mascherine, che impediscono la vista di sorrisi e labbra, gel per sanificare le mani, registrazione dati, il protocollo che ci ricorda che siamo nell’era Covid. Questa mostra infatti nasce come idea durante il periodo del lockdown, un periodo che come dice Daniele traghetta gli artisti in una dimensione diversa, nuova, in uno spazio temporale inedito.

Estensioni

La scoperta di un tempo, che suona un ritmo diverso e così in luoghi fisici differenti, degli artisti ascoltano i suoni, le parole dell’ultima composizione del musicista.

Intrecciando vista e udito nasce un’opera collettiva, corale. al centro della sala una scala con i volti dei protagonisti. La scala mi conduce a guardare la visione collettiva, l’insieme. Catturata dalla visione plurale, immersa nell’ascolto, sono pronta per percorrere la scala. che è disposta in modo orizzontale, non verticale. Una scala musicale visiva, è quella scala per me l’incipit per entrare in questa magia della sinestesia. Le scale si salgono e si scendono, questa scala, essendo invece orizzontale ti conduce a percorrere la mostra da sinistra verso destra e poi a ripercorrere da destra verso sinistra. Undici, l’ultimo album di Daniele Scarsella narrato attraverso linguaggi estetici differenti.

Attraverso un codice QR che associa la singola opera alla canzone di riferimento, si compie un’alchimia.

Gli spettatori e le spettatrici con lo smartphone app “QRcode” e cuffiette fino al 4 ottobre possono entrare in questa magia. L’evento è patrocinato dal Comune di Isola del Liri. La coralità è stata realizzata da opere individuali con tecniche differenti, ognuna meriterebbe un racconto. Lorenzo Mastroianni, Guido Gabriele, Rocco alonzi, Francesco Milanese, Silvia Ricci, Paola Ottaviani, Antonio Venditti, Roberto Cinti, Alessia Alonzi, Serena Pironaci, Laura Ricci.


Estensioni, mostra sinestetica ad Isola del Liri