Gianluca Grignani. Deludente carriera di una promessa del pop

355

Gianluca Grignani nel 1999 fu addirittura definito il John Lennon della musica italiana da Vasco Rossi; ma forse più con quella ironia provocatoria del rocker di Zocca, che molti stanno conoscendo solo ora tramite Facebook, ma che ha avuto fin dai primi anni di successo.

Se proprio non è paragonabile a Lennon, di sicuro Gianluca Grignani rappresenta una bella promessa, poi tradita, della musica italiana. I primi dischi, specie alcuni testi, lasciavano ben sperare; e invece, come tanti, ha finito solo per ripetersi. Pezzi come La mia storia tra le dita e Destinazione Paradiso sono chimere, o come direbbe lui, lacrime dalla luna.

CONTINUA A LEGGERE