I cimiteri della capitale e le onoranze funebri

Non è facile in una situazione di tanta instabilità sentimentale, pensare a pratiche burocratiche e procedure di cremazione o sepoltura.

49

cimiteri della capitaleI cimiteri della capitale.

Quando si parla di defunti, soprattutto se si tratta di nostri cari è bene informarsi in modo adeguato sulle procedure da seguire. Non è facile in una situazione di tanta instabilità sentimentale, pensare a pratiche burocratiche e procedure di cremazione o sepoltura. Per questo motivo ci sono le onoranze funebri di Roma che ci assistono nello svolgimento di tali pratiche. Ad esempio, Cattolica San Lorenzo offre un servizio completo. Oltre alla comprensione e la delicatezza nei confronti della famiglia, che ha appena subito un lutto e si trova in una situazione difficile da affrontare.

L’importanza dei cimiteri

Se la città eterna è considerata caotica per l’alto numero di abitanti in uno spazio urbano neanche troppo esteso questa cosa potrebbe essere un problema anche, ahi noi, per la sistemazione purtroppo dei romani deceduti. Per far si che almeno per questo aspetto si trovi un po’ di pace e degno riposo nella capitale ci sono 11 cimiteri, di cui tre considerati maggiori e otto minori.

A questi poi vanno aggiunti altri due speciali. Un totale di 250 ettari che riescono a soddisfare le, purtroppo, richieste. Molto lo spazio quindi ma alti anche i costi per un funerale. Per una cremazione infatti si possono sforare tranquillamente i 3.000 Euro, compreso però di tutto dal trasporto, cassa, personale, documenti e addobbi. Ma dare una degna sepoltura ad un proprio caro non è questione di prezzi. Così come lo scegliere il cimitero che più piace e magari che è più comodo quando si decide di far una visita a chi non è più con noi.

Gli undici cimiteri

Dei tre cimiteri maggiori sicuramente quello più famoso è quello Monumentale del Verano, che si trova tra la Stazione Tiburtina e il quartiere di San Lorenzo. Nonostante un’estensione di circa 85 ettari non è il più grande della città, visto i ben 140 ettari di quello Flaminio-Prima Porta, nella zona Nord della capitale. Il terzo poi dei cimiteri maggiori è quello Laurentino, 21 ettari, posizionato invece nella zona Sud della città.

Gli altri otto poi, sparsi in un po’ tutte le altre zone della città e nelle parti periferiche, considerati minori. Il Cimitero di Ostia Antica, il Cimitero San Vittorino, il Cimitero Isola Farnese, il Cimitero Castel di Guido, il Cimitero Cesano, il Cimitero Maccarese, il Cimitero Santa Maria del Carmine e il Cimitero di Santa Maria di Galeria. A questi undici poi si aggiungono due considerati speciali. Il primo è quello Acattolico e per gli stranieri, situato a Testaccio proprio con vista sulla famosa Piramide Cestia, meta anche di turisti sia per la bellezza di alcune tombe sia per ospitare le tombe di scrittori e filosofi come Antonio Gramsci. Il secondo è quello del Rome War Cemetery del Commonwealth, dove riposano le vittime dei due conflitti bellici mondiali.