“I morti non sparano”, un cortometraggio western “di culto”

46

Nel 2007 l’ambiente degli appassionati di cinema indipendente “di genere” italiano venne travolto dal ciclone di un piccolo cortometraggio western di soli sei minuti, girato con soli quattro attori (di cui uno era il regista), basato su un racconto della scrittrice/poetessa/fumettista cesenate Francesca Paolucci, che nel corto andrà ad interpretare la protagonista, una pistolera indiana senza nome che già nel racconto aveva modellato su di lei.

La storia di per sé è abbastanza semplice: la pistolera indiana si vendicata di tre pistoleros che (scopriremo in un flashback) l’avevano stuprata (e forse uccisa?). Ma la violenza delle immagini, veicolata da una regia ispirata e un sapiente montaggio, rende la visione di questo corto un’esperienza difficilmente dimenticabile.

Il regista toscano Stefano Rossi (interpreta anche di uno dei tre pistoleri stupratori nel corto) ricordo così quell’esperienza in uno stralcio di intervista citato sul libro “Piccolo dizionario del cinema western bizzarro”:

“Lessi il racconto di Francesca quasi per caso, e mi piacque da morire. La storia era abbastanza simile a una sceneggiatura di un film western che avevo scritto anni prima insieme a Lorenzo Paviano, lasciata purtroppo in sospeso e mai più ripresa. Decisi di contattarla per farle scrivere la prima bozza di sceneggiatura per realizzare un cortometraggio, e successivamente io e suo marito Enrico Teodorani scrivemmo la seconda e ultima stesura. Il corto venne girato in due giorni nell’antico deserto di Accona. Essendo un corto indipendente e a basso costo ci facemmo un discreto culo per realizzarlo nei migliore dei modi, e devo dire che alla fine è venuto fuori un bel lavoro.”

L’aura leggendaria del corto crebbe anche al di fuori della cerchia degli appassionati perché successivamente Enrico Teodorani, marito di Francesca Paolucci, ne realizzò un adattamento a fumetti.

Ancora oggi “I morti non sparano” rappresenta una delle vette, seppur misconosciuta, del “weird western” cinematografico italiano.

Filmografia parziale del regista Stefano Rossi:

– Noi vediamo tutto (anche co-sceneggiatore e attore, 2007)

– The puzzle (anche sceneggiatore, 2007)

– I morti non sparano (anche co-sceneggiatore e attore, 2007)

– Dolore Realtà Anestesia (co-regia; anche attore, 2008)

– Aldilà (anche co-sceneggiatore e attore, 2009)

– Do you like horror movies? (anche co-sceneggiatore e attore, 2011)

– Spleen (solo co-sceneggiatore, 2012)

– Le 2 scimmie (2012)

– Recording (2012)

– 17 a mezzanotte (episodio “Finché morte non ci separi”; anche soggetto, 2014)

– Calibro 12 (2016)