Il coraggio di una piccola grande donna

19

Quando conobbi Rubes fra le tante cose che m’insegnò, fu anche quello di usare il computer per lavoro, finché un giorno per curiosità mi iscrissi a Facebook e subito si rivelò molto divertente. Cominciai a chiedere l’amicizia a molte persone nuove e persone che avevo già conosciuto. Non avendo più un’occupazione di lavoro e avendo molto tempo a disposizione, per me Facebook diventò un appuntamento quotidiano. Finché un giorno di settembre 2011 conobbi un uomo single. Dopo poco tempo capii che lì avrei trovato la mia salvezza. Con la sua amicizia cominciai ad emozionarmi e piano piano la corazza che usavo come abito si sciolse come neve al sole.

Una corazza che mi cucii addosso dove nessuno più mi poteva ferire o amare, che mi portò a diventare una donna arida, senza più emozioni e incapace di piangere.

Con lui cominciai a provare forti emozioni e finalmente dopo tanto tempo cominciai a piangere per la gioia e la felicità. Nel frattempo a Rubes gli proposero un lavoro in Africa che accettò con entusiasmo. Finalmente dopo tre anni d’inattività lavorativa partì. Così il nostro rapporto già barcollante dalle tante disavventure e dalle mille incomprensioni si concluse definitivamente. Intanto il mio rapporto virtuale con quello che consideravo il mio uomo continuò, mi affascinava la sua simpatia e il suo modo di dialogare con le persone. Ma col passare del tempo e giorno dopo giorno cominciai ad essere infastidita delle sue numerose amicizie.

Era la gelosia che iniziava ad insinuarsi come un tarlo nel mio cuore. Mi stavo innamorando di lui ogni giorno di più e piano piano cominciai a capire meglio me stessa.

Capii con immenso dolore che la mia vita sentimentale è sempre stata basata sul sesso e mai sull’amore. Dovevo guardare in faccia alla realtà. Io ero incapace di amare, mi fece capire che la mia forza e il mio coraggio che io ero convinta fossero pregi in realtà le usavo per celare le mie paure, le mie insicurezze e che ero e lo sono tutt’ora una donna fragile. In questo modo lui riuscì ad aprire il mio cuore all’amore.


Il coraggio di una piccola grande donna