Il sonno

78
Il sonno

Rannicchiati in posizione fetale
Fino a che la Madre del Silenzio
Non ci partorisce nella culla del Nuovo Giorno,
Il Sonno trascorre così.
Pacato.

All’improvviso il cuscino soffice
In rosea fanciulla si trasforma
E con quell’affetto
Che solo la notte può suggerire
ce la stringiamo al petto.

Un sorriso di beatitudine
Si fa largo tenero sul nostro volto
E siamo felici,
E stringiamo di più il cuscino.

Con i brividi.

Il sonno – Poesia di Francesco Lanari.