Iliad tira le somme: convenienza ok, ma qualità e trasparenza?

94

E’ tempo di bilanci e Iliad tira le somme come tutti gli operatori di telefonia. Di sicuro, quella rappresentata da Iliad è stata una vera e propria rivoluzione. La prima tariffa proposta al lancio aveva un rapporto tra le soglie e il canone mensile decisamente conveniente. Specie se confrontato con quanto proposto dagli operatori concorrenti. Si è potuto notare, infatti, un vero e proprio esodo di clienti verso l’operatore francese con le maggiori perdite registrate da Wind Tre.

Il punto di forza di Iliad, però è la trasparenza

Non è stata solo la grande convenienza della prima offerta di Iliad a decretare un successo cosí marcato. L’operatore francese ha voluto puntare tanto sul concetto di trasparenza, distinguendosi dagli altri non solo promettendo nessun rincaro sulle proprie tariffe (su quelle dov’è è esplicitamente indicata la dicitura “per sempre”) ma includendo una serie di servizi che su altri operatori avrebbero comportato un costo extra (si può menzionare, ad esempio, la segreteria telefonica).

Insomma, Iliad ha dimostrato di avere un modo di fare veramente diverso dalla concorrenza superando i due milioni di clienti in appena qualche mese.

Anche il marketing ha fatto la sua parte nella “Rivoluzione Iliad”

Anche la strategia di marketing adottata fino ad oggi, secondo me, ha dato man forte alla tanto discussa “rivoluzione”. Pure in questo caso si è puntato molto sul concetto di trasparenza, strizzando l’occhio alle continue rimodulazioni unilaterali del contratto imposte dagli altri operatori di telefonia mobile. La presenza sui più noti social, come Instagram e Facebook, completano il quadro.

L’influenza che Iliad ha avuto, poi, ha letteralmente “spaventato” gli altri operatori di telefonia costringendoli, di conseguenza, a proporre offerte particolarmente convenienti e che qualche mese prima sarebbero state impensabili.

La Rivoluzione di Iliad, però, non è stata tutta rose e fiori. Iliad tira le somme.

I primi mesi di vita di Iliad in Italia, però, non sono stati pienamente positivi. Una grossa fetta di utenti, oltre ai problemi immediatamente successivi al lancio (e pienamente giustificabili), continuano a lamentare una certa lentezza nella navigazione in rete, certificata come tra le più lente d’Italia anche da Altroconsumo. Ciò è principalmente dovuto al ran sharing sulla rete di Wind Tre, anch’essa poco prestante.

Oltre a ciò, almeno un’altra grande mancanza è abbastanza sentita tra gli utenti: la impossibilità di cambiare offerta. Fin dagli inizi è stata promessa questa particolare funzionalità che, ad oggi, non è ancora disponibile. In un certo senso questo aspetto potrebbe minare quella trasparenza tanto osteggiata ed è bene (per l’operatore telefonico) che tale questione sia risolta il prima possibile.

Insomma, Iliad rimane ancora una scelta valida da compiere. Devono essere limate alcune imperfezioni e deve essere aumentata la velocità media di rete, aspetto completamente risolvibile con l’arrivo delle reti 5G.