Indefinitamente Panta Rei

43

Sono ancora al fianco
d’un antica umanità disorientata
anonima avanguardia
d’un popolo di terra millenario
la cui maschera è nel volto
che si sfalda.

Procediamo
per dove ormai
ci stiamo conducendo
e nessuno può veramente dire
Per ora solo specchi di frammento
incerto
pasoliniano addivenire
fuori dal degrado.

Della persa Identità
noi siamo
quei fiori appassiti nel fango
della via di campagna cosparsa
fra reliquati industriali e fugaci rapporti Senza Dio
Né Capitale
ovunque vai rivado
nati dall’Amore
si ma quale
Uno Trino bino quadrisexuale..

E’ notte
ad ognuno resta un nome
da gridare alla sua stella..
Per ovunque venga il buio
non lasciamo che ci prenda
…Non ancora…