Industrie sonore il centro musicale a 360 gradi

Hanno solo tre anni di attività, ma il loro nome è già una leggenda nazionale, sbarcata anche fuori dai confini

296

L’ isola del Liri è un paese molto caratteristico del frusinate. Ha una cascata al centro del paese, la musica nel Dna, tra i vanti, un tempo fiorente di industrie della carta. La movida è di casa a Isola del Liri. I bimbi nascono a suon di musica. Alla parola musica i riflettori si accendono su Industrie Sonore. Hanno solo tre anni di attività, ma il loro nome è già una leggenda nazionale, sbarcata anche fuori dai confini. La formula del successo si può racchiudere nella professionalità mescolata ad un gran cuore unito alla passione. Industrie sonore è anche la simpatia che sprigionano. Cerca un evento di qualità e spunterà fuori il loro nome.

Borgo nuovo numero 44: segnatelo sull’agenda.

Ti accoglieranno Simone Fiorletta e Marco di Folco. Il turbinio combinatorio è quello che determina gli inciampi nelle emozioni. CON UN FILO si intrecciano le storie Marco di Folco. E’ uno della squadra del GallinaRock, IL FESTIVAL INDIPENDENTE, ne abbiamo parlato, nelle giornate di Nevicarte, un’altra manifestazione, fiore all’occhiello del giovane presidente del consiglio provinciale Luigi Vacana. Industrie Sonore ha portato la musica anche nelle piste. Un pò di Gossip: Marco di Folco a ritmo di musica è così contagioso, che riesce a far spolverare gli sci, anche a chi li ha appesi ad un chiodo in garage. Un maestro di sci amante del Bombardino, la bevanda dello sciatore Ad Isola del Liri. Dunque al numero 44 c’è il Tempio della MUSICA, con Marco trovi Simone Fiorletta, il direttore artistico, chitarrista, solista, membro del progetto Rezaphonic.

Simone ha suonato su palchi nazionali, tipo quello del 1 Maggio a Roma. Autore del libro didattico ChitarraRock. Industrie sonore è un centro musicale, che lavora a 360 gradi, offrendo svariati servizi come studio di registrazione, sala prove, scuola di musica, audio, luci, service. Un auditorium, eventi da prima pagina musicale. Per il borgo sono passati da Steve Vag a Massive Attack, da Neil Zaza a Mario Guarini. Tre anni di tutto esaurito ad ogni evento … Industrie Sonore è anche una scuola musicale con maestri giovani, ma professionisti. Una leggenda narra che mentre facevano i lavori per insonorizzare la struttura nelle mura si sciolse una colla speciale, una colla che ti incolla al centro. Resti stregato e una volta entrato un’eco musicale ti spinge a tornare sempre.

In realtà una volta che hai scoperto Industrie sonore non puoi più farne a meno.

Un’isola di musica ad Isola del Liri, per essere sempre informato su cosa si agita nel centro, segui la loro pagina su Facebook.