L’ipocrisia – La virtù degli zombie

L’ipocrisia è il pane quotidiano degli zombie e dei loro sostenitori.

A che cosa servono le lunghe marce di manifestazione organizzate dalla Politica se non per continuare a sostenere il marcio radicato nel Potere?

Martin Luther King (1929/1968), ucciso a soli 39 anni, fu un Pastore protestante con visioni lungimiranti e tanto coraggio nell’affrontare la realtà in un mondo manovrato da randagi arrampicati sulle poltrone del potere, i quali cambiano canile secondo gli interessi del momento.
martin-luther-kingLuther fu uno fra i pochi e rispettabili attivisti su larga scala in supporto dei Diritti Civili, proprio quelli che non piacciono al Potere e per questo fu ucciso. Egli o meglio sua Santità Martin Luther, tentò di mettere in guardia la Comunità universale sulle penose realtà che per tradizione ereditiamo da una lacerante verità di continue sofferenze e ingiustizie le quali alimentano la rabbia e l’odio fra i popoli, dove le vite degli innocenti vengono cancellate senza remore quando non si reagisce di fronte alle cose davvero importanti nella nostra esistenza.

Libertà, uguaglianza, fratellanza, giustizia, rispetto per il prossimo e il rispetto dei valori umani, tutti aggettivi che si fondono nell’ipocrisia del Potere.

Luther King sosteneva la rivoluzione pacifica per cambiare il mondo dei neri ma anche dei bianchi, tempestato da zombie nemici dell’umanità, e rivolgendosi al Potere ingiusto gridava in forma pacifica la rabbia dei deboli e degli oppressi:

Noi innocenti ed indifesi sfidiamo la vostra capacità di farci soffrire con la nostra capacità di sopportare le sofferenze.

Metteteci in prigione, e noi vi ameremo ancora.

Lanciate bombe sulle nostre case e minacciate i nostri figli, e noi vi ameremo ancora.

Mandate i vostri sicari incappucciati nelle nostre abitazioni nell’ora di mezzanotte, batteteci e lasciateci mezzi morti, e noi vi ameremo ancora.
Fateci quello che volete e noi continueremo ad amarvi.
Ma siate certi che vi vinceremo con la nostra capacità di soffrire.

Un giorno noi conquisteremo la libertà, ma non solo per noi stessi: faremo talmente appello alla vostra coscienza e al vostro cuore che alla fine conquisteremo anche voi, e la nostra vittoria sarà piena.

Se oggi Martin King fosse vivo, griderebbe al mondo la sua e la nostra delusione per una fratellanza incompiuta.
Neanche il rimbombo delle granate e dei Kalashnikov che si affrontano da ambo le parti, come palle di gomma che rimbalzano fra il Potere e le rivendicazioni provocate dalle ingiustizie, riescono a bilanciare la Giustizia manovrata da esseri sempre più sordi e ciechi che accrescono l’odio.

Di cose, fatti e comportamenti importanti che fanno soffrire l’umanità da parte del Potere, protetto da teste di legno ai loro piedi, nel rispetto delle Leggi costruite ad persona, manovrate da esperti dissacratori delle masse per interessi personali al fine di mantenere il comando, pur sapendo che prima o poi dovranno rispondere alla giustizia equilibrata attraverso rivendicazioni molto più costose.

Il non rispetto dei diritti Umani e il soffocamento del diritto alla vita con dignità, sono soltanto alcune delle principali controversie che alimentano continue guerre e morte, che il Potere definisce come il rispetto del proprio terrorismo per l’ordine Pubblico, contro il terrorismo di ribelli squilibrati che chiedono i propri diritti.

Nei dieci Comandamenti manca l’accenno “all’ipocrita, all’ipocrisia della Politica” molto sviluppata in Italia, unitamente agli scandali e alla corruzione tutti impuniti, in supporto delle libertà del Potere ad impadronirsi e soggiogare la vita dei più deboli.

I fatti avvenuti in Francia, Marsiglia, Tolosa, Parigi, prima gonfiati per raccogliere consensi e il giorno dopo ridotti a soltanto diciassette morti, causati da tre esseri impazziti considerati delinquenti o peggio terroristi, eliminati di proposito per non far conoscere al mondo i tanti perché che inducono gli esseri umani alla ribellione armata, al Terrorismo.
Tre persone riescono a fare tanto danno e a far mobilitare migliaia di forze speciali, 8.000 soldati Francesi addestrati alla guerra ma non addestrati alla giustizia, per uccidere tre piccioni, in una realtà piuttosto allarmante nel caso a ribellarsi fossero dieci, cento o mille terroristi addestrati alla guerriglia fra i centri abitati creando diversi focolai distaccati, muniti di lancia razzi per abbattere gli elicotteri e i franchi tiratori, causando lo scompiglio generale nell’intera Nazione.

Con le manifestazioni partecipate da milioni di menti deboli riunite non soltanto a Parigi, dove si denota la vera faccia dell’ipocrisia, unitamente al numero di disinformati che inconsapevolmente sostengono il terrorismo del Potere, senza analizzare come e perché gli uomini si danno al terrorismo, unica arma per contro bilanciare il terrorismo Istituzionale delle ingiustizie sostenute dagli Stati Governati da tiranni.

Se facessimo un po’ di conti sui crimini perpetrati dal Potere Nazionale e Internazionale, con una inutile Organizzazione Mondiale delle Nazioni Unite mangia soldi quale è l’ONU, iniziando da ex Yugoslavia, Vietnam, Corea, Afganistan, Iraq, Israele, Palestina, Libia, Siria, Ucraina, Grecia, Italia, ISSIS, Nigeria, Sudan, Liberia, Centro Africa, ecc., con milioni di morti e suicidi promossi da terroristi Istituzionalizzati contro Nazioni vittime del terrorismo di Stato o di Stati esteri.
A questi se aggiungiamo le tante Regioni Governate da farabutti che inducono i cittadini a distaccarsi dal Potere Centrale di Governi formulati sulle ingiustizie tra le quali anche l’Italia, con la richiesta di Indipendenza del Veneto, della Lombardia, della Sardegna, della Sicilia – la Scozia dall’Inghilterra – la Catalogna dalla Spagna, ecc., concluderemmo il nostro pensiero col ritrovarci in un mondo Governato da ipocriti e dai loro sostenitori, che partecipano alle manifestazioni della Pace senza informazioni storiche Sociali, Umanistiche ed Egoistiche, sostenendo il diritto all’ingiustizia del Potere corrotto verso interi popoli, indotti all’odio verso i tiranni, i quali continuano a vivere ed ingrassare con la censura e la disinformazione.

Riportiamo il pensiero del Santo Padre dell’Umanità Martin Luther King il quale sosteneva la rivoluzione pacifica affermando:

“Se non ci ravvediamo in tempo sulle filosofie di morte, il Terrorismo travolgerà l’intera umanità con rivendicazioni sempre più accentuate per bilanciare le ingiustizie terroristiche degli Stati Governati da anime indemoniate.”

Fra gli obiettivi importanti rilevati da rumori di fondo per arrivare alla pace universale, pare ci sia la ferma volontà Orientale sostenuta da molti saggi Occidentali, di eliminare il Vaticano che predica bene e razzola male.

Le Chiese si stanno svuotando, i matrimoni sono maggiormente civili, le scarse nascite conducono l’Occidente all’estinzione e, nonostante questi elementi preoccupanti, essi continuano a soffocare la verità con tutta la troupe di gagliardi gentiluomini baciati da privilegi immeritati.

Insistono nel sostenere in incognito le battaglie di religione e di interesse. Speculano sui propri fratelli, sfruttando ideologie divine originate nei Paesi Arabi per sostenere la fratellanza umana, modificate secondo i propri voleri di interessi ed esportate a Roma istituendo la sede del Cattolicesimo con privilegi economici diffusi nel mondo attraverso l’opera della censura e della disinformazione.

Non c’è pace fra gli ulivi, fra le palme, fra la Politica, le Banche, i Grattacieli, le Religioni, e gli interessi Politici ed Economici di parte, dove il progresso sociale crea soltanto infelici, con altrettanti rumori di fondo che minacciano costantemente il nostro Paese con azioni superiori a quell’indimenticabile undici settembre del 2001.

La delinquenza Mafiosa Istituzionalizzata è entrata nella Politica come nuovo ordine mondiale, cancellando la saggezza necessaria per Governare.

Nel nostro Paese i Ministeri sono morti, la Giustizia è morta, la Fratellanza è morta, per me lo Stato Italiano attraverso la Regione Lombardia rappresentata da una formazione terroristica Istituzionalizzata. Mi ruba 4.500 Euro all’anno e pur sapendo che un giorno dovranno restituirmeli ad un prezzo maggiorato, fingono di non ricevere la mia posta, e con i miei soldi vanno numerosi a Parigi a divertirsi in segno di disapprovazione di un terrorismo di cui essi sono i promotori.

L’ipocrisia nella Politica ha raggiunto livelli preoccupanti. I soldi destinati ai progetti per la ripresa finiscono per ingrassare i Politici e i loro fedeli sostenitori, promuovendo povertà e disoccupazione unitamente al razzismo e alla xenofobia fra il Politico e i cittadini, accrescendo l’odio e le rivendicazioni con l’effetto finale di un arretramento del Paese.