Scienza e tecnologia volano mentre la politica va contro vento

Scienza e tecnologia hanno preso il via mentre la politica va contro vento seminando ingiustizie rivendicazione e guerre infinite.

Il sapere si evolve. L’uomo, quindi, accresce le sue capacità cognitive, migliora servizi, costi e qualità della vita, riducendo i danni all’ambiente e alla salute dei cittadini. Errate politiche anti-sociali di particolare interesse speculativo o applicate da bulli incapaci posti nelle posizioni di comando, creano alle Nazioni seri problemi presenti e futuri, che ostacolano i cambiamenti necessari ma incompiuti dalla Politica, per mantenersi al passo con le nuove scoperte, trascinando gioie e sofferenze sui costi della vita e sul mondo dell’occupazione.
Il PIL (Prodotto Interno Lordo) é un falso indicatore manovrabile secondo le volontà dei Governanti, aumentando i Costi della Politica o i costi del vivere comune attraverso l’inflazione per gonfiare il PIL, raffigurando vittorie economiche inesistenti, che nella realtà più evidente si confrontano esclusivamente con l’Occupazione a tempo pieno, unitamente alle scarse soddisfazioni sulla qualità della vita della popolazione.

Un noto venditore di mosche sostenuto dai suoi simili, asseriva che da quando salì al Governo del suo Paese per vie traverse, la disoccupazione era diminuita di cinquecento mila unità, facendoli lavorare soltanto una o due ore al giorno.

Brutto cadavere vivente, vai a piantare banane nel paese delle scimmie. Ti informeranno che l’occupazione in Italia si é ridotta per cause molto diverse. Centinaia di migliaia di giovani Italiani sono andati all’estero in cerca della fortuna che il loro Paese gli ha negato.

Spesso sui Giornali Internazionali si leggono articoli che riflettono gravi timori sul futuro dello Stivale in decomposizione. Il nostro futuro distrutto in seguito alla realtà odierna con oltre 35% di giovani disoccupati. Andando di questo passo e con questo genere di teste ammaccate al comando, si prevedono considerevoli riduzioni future nel mondo del lavoro. Dalle attuali 40 ore lavorative, si ridurranno a 30 o addirittura a 16 ore lavorative settimanali.
Se da una parte le scoperte in evoluzione continuano a migliorare i sistemi di vita, dall’altra é compito della Politica programmatica a trovare soluzioni adatte a mantenere l’occupazione, ridurre i costi di produzione ed i costi dei servizi sempre in crescita a causa dei costi sproporzionati della Politica.

La logica ci insegna che se un giorno dovremo lavorare soltanto 16 ore settimanali. Vuol dire che il costo della vita dovrà ridursi di circa due terzi rispetto ai costi attuali, seguendo filosofie Economiche molto diverse da quelle attuali, arenate su sistemi arcaici funzionali per quei tempi.

Politica e Religioni hanno dimostrato da sempre di appartenere a funzioni che operano con concetti formulati su imposizioni, ignorando il buon senso che richiama all’equità sociale e all’etica necessaria per guidare una Nazione.
Se a Comandare una Nazione fosse un Laureato in Legge, il suo culto sarebbe quello di promuovere e sostenere le ingiustizie per mantenere attivi Tribunali, Avvocati, e tutti coloro che gioiscono approfittando del concetto diabolico che crea occupazione e risorse addizionali dalle ingiustizie.

Se invece, a Comandare eleggessimo un uomo o una donna di cultura scientifica, applicherebbero la matematica in tutte le soluzioni che richiedono al Paese un profondo senso di sviluppo sociale e umanistico.

Madre Natura che é la nostra guida per una migliore forma di vita, ha equilibrato egregiamente le risorse universali di sostentamento in modo equo, e se vi sono Paesi sviluppati ed altri affossati dalla programmazione Economica di Governi incapaci, é più che ovvio che il risultato condurrà il capitale umano alla recessione.
Le differenze fra le scoperte odierne impostate sulle filosofie Politiche applicate da bulli da marciapiede, in raffronto a quelle Scientifiche del passato, le quali ci hanno incantato con un glorioso salto di qualità nell’acquisire il sapere migliorando la vita, mentre la Politica del cane che abbaia e mostra i denti per difendere i propri privilegi, non ha saputo marciare con l’evoluzione Scientifica e Tecnologica attraverso i tempi, creando milioni di sbandati in cerca di sopravvivenza.

Isaac Newton (1642/1727) considerato uno più grandi Scienziati di tutti i tempi, si proprio lui quello che gli cadde la mela in testa, il quale scoprì la Legge di Gravità Universale, che la Politica ha interpretato come tirare i sassi e manganellate in testa ai cittadini, per beneficiare dei privilegi del Potere.

James Watt (1736/1819) inventò il motore a Vapore di cui George Stephenson nel 1814 costruì la prima locomotiva a Vapore. La Politica invece ha messo il vapore alle gambe dei cittadini per correre a pagare le tasse, imposte, multe, corruzione, e tapparli la bocca quando pretendono i loro diritti.

Thomas Edison (1847/1931) Ricerca & Sviluppo. Si occupò di tante scoperte probabilmente non sue ma fu il primo a mettere in commercio importanti scoperte come la lampadina, il telefono, ecc., e moltiplicare il lavoro di cui la Politica ha soltanto beneficiato senza alcuna fatica.

Nikola Tesla (1856/1943) fu il grande pioniere che guidò la tecnologia a proseguire nella ricerca dell’elettronica, ma fu fermato da invidie e incomprensioni politiche ritardando lo sviluppo delle sue nobili scoperte.

Guglielmo Marconi (1874/1937) sicuramente é stato un grande scienziato ma non é chiaro se fu guidato dalle scoperte di Tesla oppure dal risultato dei suoi studi e gli fu assegnato il Nobel per la Fisica dopo essersi insediato in Inghilterra.

Sigmund Freud (1856/1939) Neurologo, Psicoanalista, Filosofo, il quale guidò l’umanità verso il concetto della Psicoanalisi. In sostanza vuol significare che l’attraente vestito esterno rappresentato dal corpo non sempre garantisce il corretto funzionamento della mente. In senso lato l’abito non fa il monaco.

Albert Einstein (1879/1955) Fisico e Filosofo. Divenne famoso per la Teoria della Relatività, che fu una importante legge fisica che si basa sullo spazio/tempo, velocità della Luce, la forza di gravità e l’accelerazione dei corpi in movimento. La Politica invece ha interpretato questa scoperta come relativismo, se mangiamo tutti non possiamo privilegiare la Kasta. Quindi 80% alla Politica e il 20% alle capre umane.

Tantissimi altri grandi studiosi del passato i quali dedicarono la loro vita per migliorare le nostre conoscenze Scientifiche e Tecnologiche, spesso parzialmente sviluppate e fraintese per interessi del Potere dominante, non sempre rappresentato da persone qualificate e oneste.

Ci hanno riempito di Miti, Bambole, Mostri e Santi per arricchirsi.

Siamo a conoscenza di quando avvenne il Diluvio Universale con la Caccabella di Noé che viaggia fra Scienza e Mito, (mai ritrovata) fatto avvenuto fra i 5 o 6 mila anni a. C. ma non conosciamo gli autori delle più grandi invenzioni o scoperte che hanno permesso all’umanità il grande salto di qualità, di cui: la Ruota, la Carta, la Stampa, la Polvere da Sparo, la Bussola, i Numeri, e nel modo più negativo non siamo capaci di fermare i Bulli in Politica, i Mariuoli Istituzionalizzati, i Giudici venduti, i venditori di speranze che formano i Governi e il Potere secondo i propri interessi, trascinando dietro di se tantissimi citrulli che si affrontano nella scelta del nulla. Concorrono tutti per le Poltrone ma nessuno ha in programma fermare le Ingiustizie.
Le nostre reali speranze future formulate sull’elettronica: Una branca importante della Scienza che ha preso il via e sicuramente fra non molto sostituirà la Medicina, la Chirurgia, e ci aiuterà a trovare le persone giuste a rappresentare le Nazioni.
Nel rovescio della medaglia, ossia fra le più grandi invenzioni o scoperte al negativo di tutti i tempi, domina da sempre la Politica e le Religioni con l’imposizione madre:

Fai quello che ti dico ma non quello che faccio, fraintesa come la Legge degli uomini e di Dio.

Queste due funzioni che infettano il mondo della Fratellanza e della Pace, arricchiscono i furbi senza anima, continuando a seminare ingiustizie, rivendicazione e guerre, ed a pagare sono sempre gli innocenti che ingenuamente li sostengono.

Il futuro del mondo, guidato dai duri al cambiamento, sicuramente ci condurrà alla prossima guerra mondiale con lo scambio di Missili Nucleari come cioccolatini. I pochi superflui ricorderanno la fine dell’ultimo bastardo, impostando l’umanità con nuovi concetti di Giustizia e di fratellanza.