La storia dell’asino

55

La storia dell’asino e della vita!

Arrivaron nonno, somaro, e nipote in quel paese,

e per sembrar a tutti gentile e cortese,

L’asino da solo, e leggero lasciavan camminare,

così”la gente penserà: ”Son buoni, non lo fan faticare.

Dicevan invece: Che tonti, con quel utile animale,

se ne van a piedi…che poi gli faran male!

Per accontentarli, fece montar il bambino, allora il vecchio!

Che giovane ingrato! Le voci, però, giungevan al suo orecchio.

Il posto cambiaron per far contenta, del paese la gente,

ma questa sentenziava:Vecchio egoista!Ah quale espediente!

Montaron insieme i due per felicitar i nuovi compaesani.

Ma ecco levar critica: ”Ah povera bestia!Che esseri disumani!

Pensò l’anziano quel mattino, prendendo l’asino dalla stalla,

sempre han da dire: e per accontentarli, se lo mise in spalla!

Camminavan i due, levando la bestia di peso e di fatto!

Ecco saran alfin contenti? Ma la gente ripeteva:”Ah è matto!”

Morale

“Seppur tu faccia il massimo per accontentar la gente.

Ci sarà sempre chi, “parola” proferirà… maliziosamente!

“la cicala ve le canta”