Sapevi che la Terra è piatta? Lo dicono i Terrapiattisti

Da dove nasce tutto questo successo del movimento dei Terrapiattisti?

1869

La terra è piatta. Guardando un video su un altro argomento, mi è balzata all’orecchio una nuova fronda di complottisti. Dei quali, fino a quel momento, ignoravo l’esistenza.

I cosiddetti Terrapiattisti, una corrente di pensiero che sta crescendo negli Stati Uniti secondo la quale la Terra sia piatta. Asserendo quindi che le teorie di Galileo e Keplero fossero pure bufale, che le immagini della NASA sulla Terra vista dallo Spazio fossero false e che tutta l’umanità viva in una bolla di menzogna e di ignoranza. Per dimostrare che la Terra è piatta, i Terrapiattisti forniscono anche tanto di prove. Che riporto di seguito.

Da dove nasce questa idea che la Terra è piatta?

Il concetto di un pianeta piatto risale invece all’antico periodo mesopotamico, durante il quale la Terra veniva raffigurata come un disco piatto galleggiante nel mare e circondato da un cielo sferico. Altre forme sovente utilizzate sono quelle della ruota, di una ciotola o un piano a quattro angoli. Ma ora i Terrapiattisti, in America chiamati Earthers, la riprendono con forza.

Che cosa sostengono in concreto i Terrapiattisti e perché?

Sembrerebbe che il 2% degli americani credano che la terra sia piatta. Il tema viene ripreso a volte seriamente, come in un servizio de Le Iene, a volte per scherzare come fatto proprio recentemente dalla trasmissione Quelli che il calcio.

Stiamo parlando di una pseudocredenza, però, che non è priva di metodo. I terrapiattisti per dimostrare che la terra è piatta usano soprattutto il metodo cospirativo. Tutto sarebbe quindi architettato da una vera e propria “cospirazione” volta a far credere all’umanità che la terra sia tonda. La cosa simpatica è che anche di fronte a prove evidenti che la terra non sia piatta, i terrapiattisti continuano a sostenere la loro teoria. Si passa quindi dalla cospirazione alla dissonanza cognitiva.

Vuoi saperne di più sulla teoria dei terrapiattisti?

CONTINUA A LEGGERE