La truffa è nel biglietto

Adesso Basta i cittadini meritano rispetto...

58

Alcuni anni fa a Napoli per usufruire dei trasporti bisognava acquistare un biglietto da un euro che valeva 90 minuti.

In questo modo se in quei 90 minuti dovevi usufruire di un altro servizio trasporti potevi usare lo stesso biglietto. Inoltre eri invogliato ad usare la metropolitana perché con quell’euro speso in pochi minuti arrivavi a destinazione…più o meno.

Ora le cose sono cambiate, il biglietto costa 1,50. E per un tragitto di andata e ritorno in metropolitana devi spendere 3,00 anche solo se per pochi minuti.

Un cittadino che accetta di pagare il biglietto vorrebbe almeno che i servizi siano decenti, invece una volta acquistato il biglietto da 1,50 che dura solo 90 minuti devi considerare soprattutto i ritardi dei treni e dei bus che sono infiniti e ridicoli per una città che viene definita come Europea.

In fondo non abbiamo pensato ai numerosi disoccupati di questa città. I più onesti riescono a fare il biglietto perché non è giusto che un disoccupato laureato deve rimanere chiuso in casa.

Ma la domanda è questa:

” dopo tanti anni di cambio di biglietto, cambio di prezzo, cambio di fascia oraria ecc… a nessuno viene in mente di creare un qualcosa a favore di chi non lavora? “

Il povero disoccupato laureato il biglietto lo paga anche se i treni ed i bus hanno eterni ritardi, anche se i servizi sono scarsi per non dire da terzo mondo e pur sapendo che questi soldi finiscono nelle tasche dei politici!

Che bella organizzazione per questa Povera Napoli.

010