Qual è la vera storia di San Valentino? La prima volta che sono andato nella città di Terni, oltrepassando il cartello di inizio città notai l’indicazione: città di San Valentino. Rimasi stupito perché non sapevo per nulla che San Valentino fosse il patrono della città.

Che legame ha San Valentino con Terni e perché é considerato il patrono degli innamorati? Qual’é la vera storia di San Valentino?

Fiori, cioccolatini, cuori rossi e romanticismo. Questo è il giorno di San Valentino, giusto? Un giorno dove le coppie ribadiscono il proprio amore reciproco, riempendosi di frasi smielate e regalini. Certo, non mancano le accuse di ipocrisia, visto che in tanti durante tutto l’anno se ne dicono di tutti i colori, tradiscono con mente e corpo il proprio o la propria partner, e poi, per un giorno, esplode l’amore.

Ma c’è anche chi crede fortemente a questa festa, perché ritengono giusto che sia giusto dedicare una giornata all’amore. Ci credono soprattutto i negozianti, alla luce dello smisurato merchandising che smuove questa festa. La Ferrero ci guadagna da una vita con i mitici Baci, proponendo ogni anno le frasi di qualcuno. Quest’anno è toccato a Mara Maionchi, arcana della discografia italiana rinverdita dalla sua partecipazione da diversi anni come giudice di X Factor.

Anzi, si può dire che il Bacio perugina sia diventato il simbolo per antonomasia di questa festa. In fondo, la cosa non sorprende. Visto che anche le feste religiose sono simboleggiate da un prodotto commerciale. Si pensi al Natale, il cui simbolo è Babbo Natale, generato dalla Coca Cola. O l’uovo di cioccolato, che simboleggia la Pasqua.

In tanti però non conoscono la vera storia di San Valentino, nonché le sue origini con l’amore ha poco a che fare.

Ecco qual è la storia che si nasconde dietro questa festa che genera molti utili per commercianti e ristoranti. Bisogna dire la verità, genera anche tante delusioni per i single e tanti problemi per i poveri che si dimenticano di fare un regalo …

CONTINUA A LEGGERE