Makedonium, un monumento da ricordare

388

Il Monumento Ilinden, noto con il nome Makedonium (Macedonium), è una costruzione monumentale della città di Kruševo, nella Repubblica di Macedonia.

Fu costruito e inaugurato il 2 Agosto 1974 per il 30 anniversario della Seconda seduta di ASNOM, e per il 71 anniversario della resurrezione d’Ilinden. È dedicato ai tutti i combattenti e rivoluzionari della resurrezione del 1903 ed ai tutti i partigiani del periodo della Lotta liberatrice contro il fascismo dal 1941 fino a 1944.

Il monumento è stato ideato e realizzato dalla coppia artistica Jordan e Iskra Grabuloski, lui scultore, lei architetto, e con la partecipazione del pittore contemporaneo Borko Lazeski (realizzatore delle vetrate nella parte interiore del monumento).

Il Makedonium si estende su uno spazio di 12 ettari. Ha la forma di una cupola rotonda con finestre ovali. Nel monumento stesso si trova la tomba di Nikola Karev, primo e unico Presidente della Repubblica di Kruševo, e di Toše Proeski, un’icona della musica che perse la vita giovanissimo a seguito di un tragico incidente stradale avvenuto mentre si recava ad un concerto fuori paese.

L’interno della cupola si presenta con quattro finestre di cui ognuna è girata verso un lato del mondo. Cioè verso le località collegate con gli eventi cruciali dell’epopea di Ilinden: Monumenti “Sliva”, Mečkin kamen” e “Pelagonia”. Questo complesso monumentale oltre al ‘Macedonium’ include anche un gruppo di sculture definite come “Rompere le catene” che simbolicamente rappresentano la libertà conquistata attraverso le guerre di liberazione; una lapide sulla quale sono scritti i nomi e gli eventi legati alla resurrezione d’Ilinden; continuando si giunge all’anfiteatro ornato con mosaici variopinti dai quali si apre la vista sul ‘Macedonium’.

A cura di Biljana Biljanovska