Notte prima degli esami dopo il Coronavirus

200
Notte prima degli esami dopo il Coronavirus

Notte prima degli esami dopo il Coronavirus. Proprio così, tutto è cambiato con il Covid-19. L’esame di maturità quest’anno non sarà la stessa cosa, se ci sarà. Chissà cosa ne pensa Venditti. I ragazzi non possono nemmeno uscire a vedere la propria amata (almeno in teoria). I Diciottenni non possono nemmeno pianificare la loro prima grande vacanza dopo la maturità come nel film “Che ne sarà di noi”.

Non è tempo di ridere questo lo sappiamo tutti ma bisogna pur sdrammatizzare e cercare di andare avanti. Per quello mi sono divertito a scrivere la parodia di notte prima degli esami dopo il Coronavirus. Chissà che qualcuno degli youtubers non la voglia cantare.

Alla fine rileggendola non fa nemmeno ridere 🙁


Io resto a casa
Quattro birre e una mascherina
E di amuchina faccio scorta
Come i pipistrelli di Wuhan
il virus non li spezza
Questa notte non è più nostra
Ma come fanno le infermiere con il Covid
A farsi sposare dai primari
Le conferenze delle sei ci fanno male
É solo il virus che corre
É ancora gente che muore

Il picco è ormai vicino
E tu sei in quarantena nella tua stanza
tuo padre guarda Monty
E tuo fratello Netflix
Stasera al solito posto
La luna sembra strana
Sarà che io non esco
Da qualche settimana

Maturità t’avessi preso prima
Lavo le mani senza freno
É secco sto sapone
É il mio peccato originale con i porno americani
Non starnutire sulle mani
Ne sull’avambraccio teso
ma chiuso come le chiese
E non ti puoi confessare

Notte prima degli esami
Notte di polizia
Senza certificazione tu sei
portato via
Notte di mamma e di papà
col tampone in mano
Notte di nonna alla finestra
ma questa non è più nostra
Notte di giovani infermieri
di ambulanze e di proiezioni
Notte senza posti letto ne ventilatori
Notte di lacrime e preghiere
La medicina non sarà mai il mio mestiere
E gli aerei non volano manco tra Milano e Roma
E questa notte non è più nostra
Claudia non sconfinare
Il virus ti può far male
e poi ti tocca il tampone

Si accendono le luci qui sul balcone
Quanti flashmob intorno
E viene voglia di cantare
Forse contagiati
Certo un po’ diversi
Ma con la voglia ancora di gridare
Se sconfino è un errore
Se sconfino è un errore
Se sconfino è un errore
Se sconfino è un errore
Se sconfino è un errore


Notte prima degli esami dopo il Coronavirus