Notturno, silenzio interiore, intimo sogno.

Il se’, in sé.

In sé per sé.

Fra gli altri muti.

Senza volto, organismo.

La pelle, il volto, l’odore, il sorriso.

Dell’altro.

La voce, la presenza, la compagnia.

Dell’altro.

Immaginare altro.

Senza altro.

Sostenersi senza altro.

L’unico, unico.

Mondo muto, sordo ma potente.

La tua pelle, il tuo sorriso, il tuo volto , il tuo odore.

Viaggiare insieme, lontano e anche rimanere.

Partire e rimanere a conoscere altri!

Una vita da un’altra parte con altri!

Rimane in sé fa soffrire.

Non fa parte di nessuno.

Mondo nuovo.

Unico.

Senza volto.

La tua pelle, il tuo volto, il tuo odore, le tue parole.

E’ tutto qui in te.

Notturno.

Manca l’amore.

Non ci si è accorti di niente.

Della mancanza, c’è un mancanza ma non ci si accorti.

Qualcosa manca.

Tutto l’umano cambia.

Ma qualcosa manca.

Nessuno si è accorto di niente!


Notturno silenzio interiore.