Papa Francesco

226

Hai scelto di Chiamarti Francesco
e di essere umile come lui.

Sei arrivato dalla fine del mondo.
Così hai annunciato quella sera
affacciandoti dalla finestra
di Piazza San Pietro.

Con quel Tuo BUONA SERA,
un pò intimidito ma pieno di luce
e di gioia di vivere,
hai conquistato il mondo.

Fin dalle prime parole
sei entrato nel cuore dei credenti,
per riconquistare
le pecorelle smarrite.

Venivi da quella terra
lontana e martoriata .

Quante volte e quanta strada
hai percorso instancabile
per portare aiuto e amore
tra le baracche delle Favelas.

Disperato e impotente
piangeva il tuo cuore
difronte a tanta miseria
e tanto dolore.

Quante lacrime hai asciugato,
e quanto amore hai donato,
per consolare la disperazione
delle madri Di Piazza Di Majo.

Un anno, solamente un anno,
e già sei nel cuore di tanti
con le tue braccia aperte
e la tua tenerezza,
sai consolare chi ha bisogno
di sentirsi protetto ed amato.

Tu non sei solo il nostro PAPA,
ma sei il papà di tutto il mondo.

Maria Pia marchetti