Quali sono le paure di un adolescente?

Essere giovani oggi non è facile. O forse è una frase fatta. Non lo è stato proprio mai.

“L’adolescenza … l’odore del mare, la musica, i pianti, i primi amori le prime delusione, le prime speranze.

Ed è strano sapere che probabilmente un giorno ci saremo noi al posto dei nostri genitori magari in giardino ad aspettare i nostri figli che ritornano da una festa.

E beh li capiremo quanto possa passare in fretta il tempo.

Ma capiremo mai nel ruolo di ragazzi o in quello del genitore quali sono le paure di un adolescente?

La vita è strana perché quando siamo adolescenti abbiamo voglia di spaccare il mondo. Vorremmo essere liberi, non avere freni ne controlli. L’adolescente medio non ha molta paura del futuro perché crede di avere davanti a se una quantità di tempo prossima all’infinito. Man mano che passano gli anni invece, le paure aumentano, i freni diventano qualcosa che rischiano di bloccare i nostri istinti. Questi freni a volte ci salvano la vita, o volte ci chiudono delle opportunità per sempre. Sono freni che spesso e volentieri si trasformano in rimorsi. Si dice che avere dei pentimenti non serve a nulla. Bisogna sempre guardare avanti.

Poi all’improvviso ci troviamo adulti, lavoratori, indebitati, sposati e genitori. Quelle che erano le paure di un adolescente si trasformano nelle paure di un genitore.

Immediatamente ci dimentichiamo tutto quello che eravamo quando avevamo l’età dei nostri figli. Vogliamo controllare tutto, impedirgli di sbagliare, decidere per loro. Facciamo proprio quello che noi alla loro età odiavamo dei nostri genitori.

Se ci siamo dimenticati come possono sentirsi i nostri figli non serve comprare manuali di psicologia. Non serve fare domande strane o forzargli di dirci come si sentono. Basta mettersi nei loro panni. Anzi nei nostri panni. Come eravamo noi da adolescenti. Quali erano le nostre paure? Quali erano le paure dei nostri genitori?