Questo tormento di me che io amo, Serena Baldoni

60

Questo tormento di me che io amo,

intensamente,

nel profondo dei miei precipizi,

infiniti,

senza fondo e cupi,

neri,

dove solo la mia anima sa addentrarsi,

lì,

in completa silenziosa solitudine,

senza rendere conto al mondo,

dove il cielo sfida il tempo delle mie iridi,

io mi aquieto,

io distendo il riposo,

navigando oltre oceano,

restando ferma,

immobile,

ancora rinasco,

pretendo per me nuove forme di solitudini,

nuovi orizzonti.