Ricostruiamo un’ Europa più sana – Più Giusta – Senza la Francia, il Belgio, La Germania e le infinite filosofie ingannevoli

La Nascita dell’Unione Europea fu necessaria dopo le immense sofferenze, milioni di morti e distruzioni causate dalle due guerre mondiali promosse dalla Germania ed altre Nazioni definite cani randagi senza anima, di cui alla fine degli anni 1940 si impose l’esigenza di garantire stabilmente la Pace in Europa, Campo di continue battaglie, dove la Pace per alcune Nazioni Governate da esseri indiavolati è rappresentata esclusivamente dal Potere e da aria fritta.

Sul nascere, l’Istituzione dell’Unione Europea aveva come obiettivo di creare un mercato interno nel quale merci, persone, servizi e capitali circolassero liberamente, e richiese tempi e fatiche agli Organizzatori per convincere gli Stati Europei ad unirsi nel creare insieme le Nazioni Unite d’Europa, di cui per alcune Nazioni dallo spirito incrociato, rappresentava una opportunità per fortificarsi e andare alla conquista del mondo con armi diverse quali l’Economia, il controllo delle Materie Prime, la Finanza con l’Euro, togliere i diritti al popolo, ecc…

Attenzione, in Italia l’idea e le regole non furono assoggettate ad un referendum Nazionale, ma decise da quattro amici al bar, gli stessi che hanno spolpato economicamente la Nazione, hanno approvato la Globalizzazione, hanno optato per l’immigrazione di massa, definiti intoccabili e impunibili dalla Legge, sempre in quattro saliti sulla Sea Watch, quel numero quattro che rappresenta le Poltrone e la Democrazia del Paese.

Alla data odierna gli Stati membri dell’UE sono 28, Austria, Belgio, Bulgaria, Cipro, Croazia, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Irlanda, Italia, Lettonia, Lituania, Lussemburgo, Malta, Paesi Bassi, Polonia, Portogallo, Regno Unito, Repubblica Ceca, Romania, Slovacchia, Slovenia, Spagna, Svezia, Ungheria. Cinque altri Stati, ex Repubblica Iugoslava di Macedonia, Islanda, Montenegro, Serbia, Turchia, sono candidati all’ammissione.

Nella più schiacciante realtà, dopo tanti anni di lotte interne, fallimenti, ed esperienze contrastanti vissute nell’Istituzione dell’UE, avvenuta nel 1951 col tentativo di formare una Europa Unita, e successivi accordi per unire sotto un unica Bandiera tutti i popoli del Continente Europeo per il trionfo della Giustizia? e della Pace?

Oggi, a distanza di ben 70 anni, possiamo trarre le conclusioni piuttosto negative, in conseguenza di due o tre formazioni Politiche rappresentate da galletti che rendono difficile il proseguimento degli Accordi Pacifici dell’Unione.

La Gran Bretagna ha detto basta ed è già uscita, mentre tante altre Nazioni Europee, non trovano più interesse nel continuare a sottostare agli ordini impartiti da due fra i peggiori Paesi assatanati nel contesto dei 28 Paesi allineati nell’Unione Europea.

La Francia, attualmenterappresentata daun gallo senza cresta con tanti problemi e nemici interni, chesi fa mantenere da una decina di Nazioni Africane, ed in cambio assieme alla cugina Germania impongono l’emigrazione clandestina verso l’Italia, mettendo a disposizione Organizzazioni ben strutturate sulla raccolta di disperati dal Continente Africano, di cui molti fuori usciti dalle galere, con promesse di avviarli a vita migliore, accavallandoli come sardine su gommoni o mezzi galleggianti economici di scarsa sicurezza, per convincerli con false promesse e spedirli come sacchi di patate al loro destino verso l’Europa, con precise segnalazione dei mezzi in partenza dalla terra ferma del Nord Africa, per essere raccolti da una quantità di carrette del mare finanziate da ONG nemiche della Pace, per raccogliere i naufraghi a qualche chilometro dalla riva dalla Libia, Tunisia, Marocco e trasportarli verso porti di sbarco Europei, che guarda caso sono immancabilmente quelli Italiani.

La Germania, un altro gallo senza cresta, inserita nelle liste degli avvoltoi Internazionali, la quale essendo fra le Nazioni Europee con maggiore numero di Cittadini, fa la voce grossa imponendo alle altre Nazione dell’Unione i personali interessi, per mantenerle in condizioni di disagio sopra valicando popoli e Nazioni, senza rispettare le regole sottoscritte nei vari trattati Europei, dove imperano tutte le Funzioni speculative per conto di gruppi di Potere, all’infuori della voce più autorevole per la Pace fra i Popoli La Giustizia.

Oltre a queste Nazioni sovra menzionate, qui ci si imbatte anche con la testa dell’orco, che bacia le scarpe ai nemici, pretende di aprire le porte degli altri, abbattere i muri degli altri, non i propri muri, e con raffinate filosofie astratte che conducono ad un Dio virtuale di cui inviò suo figlio procreato da una Cittadina Egiziana nata nell’alto Egitto al confine con il Sudan, un Borgo divenuto città chiamato Daira Dronka, vicino alla città di Assiut, dove i Copti Cristiani hanno edificato una Cattedrale visitata da milioni di fedeli Cristiani ogni anno, e divenne una importante proliferazione di ricchezza con il falso intento di redimere il mondo.

La Madonna, una donna bellissima di carnagione scura e dall’intelletto superiore, la quale fece innamorare persino Dio Onnipotente. Nel suo Paese natale si era conquistata il soprannome di Nostra Signora Maria (Set Mariam) la quale mirava già in quell’epoca tormentata dall’influenza dominante di uomini malvagi alla conquista del mondo, carciofi senza testa con il manico a penzoloni fra le gambe, mentre l’ideale di Set Mariam era di penetrare nelle coscienze umane per un eventuale cambiamento dell’uomo generato da un medesimo seme, quindi tutti fratelli e sorelle.

Ricostruiamo un’Europa senza la Francia, il Belgio, la Germania e senza filosofie ingannevoli.

L’Italia è una Nazione molto amata nel mondo, per la sua storia, per la sua gente, per la lingua Italiana, per la cultura, per il cibo, per l’arte, per la musica, fatta eccezione di quel 10% di disinformati che si lasciano trascinare dal Partito Democratico, formato da un grappolo di infelici seduti al bar senza ideali verso la propria terra, che decretano il destino di sessanta milioni di anime, i quali in realtà rappresentano niente di più o di meno un totalitarismo di gruppo, bulli e bullisti amanti delle Poltrone che cambiano volentieri al soldo del miglior offerente.

Se ricostruissimo un’Europa Unita sotto l’egida dell’amicizia, della fratellanza e soprattutto della Giustizia impedita dal Potere perverso, potremmo finalmente unire non soltanto le Nazioni Europee, ma molto di più, unire anche i due poli estremi quali l’America e la Russia, a fare parte di un nuovo mondo dove le regole sono per tutti, non come nei Tribunali Italiani dove la Legge è uguale per Tutti, e quel Tutti è rappresentato dalle volontà e libertà del Giudice di turno e dal Meteo del giorno, e non dal rispetto delle Leggi, con controllori virtuali perennemente assenti.

L’esempio lampante del Consiglio Superiore della Magistratura, trascinato da anni in continui scandali ben coperti dalla censura, capitanato del Presidente della Repubblica dove vige la completa copertura contro qualsiasi osservazione critica, pena l’accusa di oltraggio al Dio terreno.

Siamo una Nazione di numerosi Santi, tutti appartenenti al passato, non ieri ma secoli o millenni trascorsi, dove il dubbio ci assale nel ricordare ogni singolo giorno del Calendario, dove è sempre stato più facile professare il male tradizionalmente impunito, piuttosto che fare del bene.

Per quanto tempo ancora intendiamo proseguire per la strada che conduce al martirio?

Ricostruire l’Europa come simbolo di Pace e di Giustizia Penale, Civile, Sociale, dando esempio a tutti i popoli della terra, senza la Francia, il Belgio, la Germania e senza le infinite filosofie ingannevoli, iniziando a raccogliere l’appoggio di tutte le Nazioni di buona volontà nel collaborare alla costituzione di un nuovo codice di rispetto globale partendo dalla Giustizia e dalla collaborazione nello scambio delle tecnologie di sviluppo per una migliore qualità della vita per ogni singolo Paese, dove ogni singola Nazione sia in grado di produrre le proprie necessità, senza il bisogno di emigrare in massa, senza inginocchiarsi e farsi speculare da randagi inclini al male.

Ricostruiamo l’Europa e con essa un nuovo mondo di Giustizia e di Pace, dove ogni Nazione è indipendente ma soggetta alla Giustizia dei popoli, liberi ma rispettosi della vita altrui.

Anthony Ceresa Italia International Association.