Roma taciturna

86

Sono secondi, minuti, ore che ti aspetto…

Il caldo arrido delle tredici del mese di luglio si inizia a far sentire e Roma tace.

Sono secondi, minuti, ore che ti aspetto…

Il mio trucco si sta sciogliendo proprio come i ghiacciai, le condizioni emotive stanno iniziando a mutare,la quiete sta fremendo, irrigidisce il cuore e provoca turbamenti,le quattro stagioni stanno per terminare.

Lampi e tempeste,

Sole e caldo,

Dai meno dieci gradi ai quaranta gradi

uno sbalzo, dopo tre ore un sussulto:una scossa.

I binari iniziano a riempirsi, Roma è quasi vuota.

Metro B destinazione Bologna

Piazza Bologna, una maratona, una sudata un esperienza in più: la prossima volta protezione solare.

Termini infuocata, un inferno, per lo meno l’acqua ai distributori costa solo un euro.

Via del corso vorrei visitarla con te,aspetto ancora un po’ magari farai un apparizione, piazza di Spagna, il Colosseo sarà stupendo.

Passano ore, ore e ore tra i cento passanti, di te neanche l’ombra.

Roma oggi è muta

non reagisce

una bocca taciuta

di indifferenza ferisce

sono dispiaciuta

Romolo e Remo

torneremo

con una scusa piu conosciuta

a ritrovar quel che c’ era

magari anche solo per una cosa vera

o solo per ritrovar quel ragazzo

ai piedi di quel palazzo.

Con un pennello

ed un emozione

come da monello

scriveva la sua frustrazione

Tra metro e binari

uno scenario

tanti barbari

senza calendario

senza giorno ne data

per la loro vita poco sana

una moneta gli viene data

a capo di una giornata

Roma torneremo per un altra passeggiata

ora la notte mi accarezza

un dolce pensiero nel attesa

a curar ogni mia incertezza.

Un posto nuovo oggi l ho scoperto, un posto comune pubblico a tutti.

Una rete delle emozioni un giardino della poesia, in un angolo della nostra testa.

Non soffermarti nella struttura ma impegnati e scava nel contenuto.

Questa mattina ho aspettato: secondi, minuti ore e di te neanche l ombra.

Termini era piena, Roma un po’ meno.

Io furiosa come termini, tu vuota come Roma

io con qualche esperienza in più,

tu con qualche amica in meno.

—-

Roma Taciturna