Scoperto Zealandia, il nuovo continente della Terra

124

Scoperto un nuovo continente nascosto sotto l’Oceano Pacifico: Zealandia. I ricercatori dopo anni di ricerca ed analisi dei dati ne confermano l’esistenza.

I ricercatori hanno a lungo sospettato l’esistenza di un grande continente sottomarino nascosto situato nel sud-ovest dell’Oceano Pacifico. Dopo anni di raccolta esaustiva di dati e di analisi, ora possono confermare che esiste e lo hanno chiamato Zealandia. Sin da bambini a scuola ci hanno insegnato che la Terra ha sette continenti: Africa, Asia, Antartide, Australia, Europa, America del Nord e Sud America, e che possono essere sei, se si combinano Europa e Asia insieme chiamandolo Eurasia. Ma ora, sembra che ci sia un continente sommerso che è stato nascosto sotto il naso per tutto questo tempo. Con la raccolta di dati satellitari e campioni di roccia, tra le molte altre cose, 11 ricercatori hanno ora la prova conclusiva che hanno trovato un nuovo continente sulla Terra: Zealandia.

“Questa non è una scoperta improvvisa. E’ una realizzazione graduale. Non più tardi di 10 anni fa, infatti, non avremmo avuto i dati accumulati o la fiducia nell’interpretazione dei dati per scrivere questo articolo”.

Queste sono le parole che hanno scritto i ricercatori su GSA Today, un giornale della Geological Society of America.

Gli scienziati, quindi, hanno fatto una scoperta sensazionale ad oriente dell’Australia. Un continente grande circa 5 milioni di chilometri quadrati che è stato nascosto alla vista fino ad oggi. Solo una piccola parte del continente, circa il 5%, è oggi visibile. Proprio per questo motivo c’è voluto così tanto tempo per scoprirlo. È interessante notare che, la Nuova Zelanda e la Nuova Caledonia fanno parte del nuovo continente, separato dall’Australia, che è grande all’incirca come l’India. I ricercatori chiamano Zealandia come “il più piccolo, il più sottile e per la maggior parte sommerso tra i continenti del pianeta.

La teoria che c’è un nuovo continente sulla Terra chiamato Zealandia non è nuova.

Nel 2007 Hamish Campbell ha sostenuto nel suo libro “Alla ricerca dell’antica Nuova Zelanda” che il nuovo continente è stato completamente sommerso prima dello scivolamento delle placche continentali che hanno fatto emergere da sott’acqua la Nuova Zelanda e la Nuova Caledonia, come riportato da Travel and Leisure. Bruce Luyendyk, un geofisico presso l’Università della California a Santa Barbara, ha coniato il termine Zealandia nel 1995. Anche se non faceva parte del gruppo di ricerca che ha lavorato allo studio GNC che dimostra che c’è un altro continente sulla Terra oltre a quelli che conosciamo già, egli garantì per le capacità degli scienziati che hanno diligentemente lavorato allo studio.

“Queste persone qui sono l’elite degli scienziati della terra”, ha detto Luyendyk a Business Insider. “Penso che abbiano messo insieme un solido insieme di prove davvero completa. Non credo che ci sarà molto spostamento, tranne forse intorno ai bordi”. Lyendyk ha precisato che non ha mai inteso Zealandia come un nuovo continente, ma che ha coniato solo il termine per descrivere la Nuova Zelanda, la Nuova Caledonia e alcuni pezzi e fette di crosta che si sono staccate dal Gondwana, un supercontinente di 200 milioni di anni fa.

Come ogni scoperta scientifica che valga la pena, questa scoperta ha preso non solo anni ma decenni di ricerca e una raccolta minuziosa ed esauriente di dati prima che fosse pienamente realizzata. Ora che siamo in grado di confermare il fatto che c’è un nuovo continente chiamato Zealandia, ai ricercatori vengono presentate nuove opportunità per predire ed esaminare come si muove la crosta continentale della Terra.

Potrete trovare questo ed altri interessanti articoli sul mio blogTelodiciamonoisevuoi.altervista.org“.

1 COMMENT