Terremoti: catastrofi naturali o eventi dai quali trarre profitto?

Dove si nasconde la verità sui terremoti?

67

L’ ex tecnico dell’Istituto di Fisica dello Spazio Interplanetario presso i Laboratori Nazionali del Gran Sasso, Giampaolo Giuliani, già noto nel 2002 per il terremoto in Abruzzo, dove aveva cercato, quasi inutilmente, di avvertire dello sciame sismico in corso, avrebbe cercato di portare alla luce la sua nuova preoccupazione per il centro Italia, rilevata già dal 6 agosto precedente dagli Stati Uniti d’America dove si trova per compiere studi ulteriori in merito alle sue ricerche. Secondo la scienza ufficiale i terremoti non sarebbero prevedibili, ma stando ai grafici elaborati da Giuliani invece, esisterebbe la possibilità di prevedere i terremoti attraverso le correlazioni tra le variazioni di emissioni di gas radon rilasciate dalla crosta terrestre.

Nel 2002, due giorni prima del terremoto di magnitudo 5.4 che colpì il Molise, Giuliani avvertì un assessore abruzzese alla Protezione Civile dell’imminenza di un forte sisma, ma tuttavia la stessa protezione civile consigliò ai cittadini di rimanere in casa.

Lo stesso Giuliani ha affermato: “Ripeto non voglio entrare in nessuna polemica e mi dispiace per quanto è accaduto. Voglio comunque ricordare che in Italia purtroppo non siamo ancora preparati per far fronte a queste calamità, nonostante la natura mandi segnali di allarme“.

Da che parte risiede dunque la verità? Tra allerte non diramate e risate intercettate sulla pelle di chi, nel sisma, ha perduto la vita lo scorso 2002? …