Tintura di aglio contro influenza, raffreddore e sinusite

0
32

Che cos’è la tintura di aglio? Chi non conosce questo comunissimo ortaggio presente in ogni singola cucina utile per preparare soffritti, bruschette, salse e manicaretti?

Sia a  scopo alimentare che medicinale si utilizza il bulbo di questa piccola e assai benefica pianticella.

L’utilizzo dell’Aglio è così diffuso come valido rimedio per i disturbi più vari nella farmacopea popolare da essere definito fin dai tempi più antiche la “tiriaca dei poveri”.

Contenendo allisina, allina e un glucoside solforato, risulta essere uno stimolante molto attivo del sistema digestivo, di quello respiratorio e circolatorio.

L’Aglio risulta essere un potente vermifugo e un efficace regolatore della pressione arteriosa.

Risulta essere un validissimo ausilio contro l’influenza, la bronchite e l’asma.

Le sue qualità di potente battericida e vermifugo rendono l’Aglio un prezioso alleato contro i vermi intestinali.

Può essere impiegato anche contro la caduta dei capelli, contro calli e verruche, per alleviare torcicolli e lombaggini e per allontanare insetti e zanzare.

Unico neo che caratterizza l’utilizzo di questi bulbi è l’effetto sgradevole che dona all’alito dopo il suo utilizzo interno; la sapienza popolare ha trovato però il suo rimedio: dopo aver privato gli spicchi delle pellicine esterne, consumarli interi, senza masticarli insieme ad una piccola quantità di latte freddo per facilitarne l’assunzione e impedire la risalita dei cattivi odori; in alternativa è anche possibile, allo stesso scopo, masticare del prezzemolo fresco o assumere un chicco di caffè.

Come si prepara la tintura di aglio

Sbucciare e tritare 25 g di spicchi d’aglio.

Metterli a macerare in 100 ml di alcool a 60° per 10 giorni.

Filtrare spremendo bene gli spicchi e versare in una bottiglietta di vetro scuro dotata di contagocce precedentemente sterilizzata.

Assumere 20 gocce di tintura due volte al giorno prima dei pasti principali diluita con acqua e dolcificata con poco miele o aromatizzata con della menta.

Protrarre la cura fino a risoluzione o attenuazione della sintomatologia.

Ora sapete tutto sulla tintura di aglio, che aspettate? Correte a curarvi 🙂