Si impianta un chip sottopelle per controllare la sua Tesla

98

Si impianta un chip sottopelle e non lo fa per autolesionismo ma per controllare la sua amata Tesla Model 3.

Succede ovviamente negli USA, più precisamente nello Utah dove, Ben Workman ha deciso impiantarsi un microchip sottopelle per poter gestire la sua auto senza usare le chiavi.

Una cosa importante voi direste in modo sarcastico. Eppure la auto per molti è un oggetto di culto e quando parliamo di autovetture di un certo valore economico il limite della pazzia si varca in tempi rapidissimi.

Vista così non è una cosa alquanto assurda visto che ormai siamo soliti impiantare chip sottopelle per i nostri gatti e cagnolini. La differenza è che la Tesla non scappa via da sola come il nostro micino da salotto.

In questo caso si tratta di un chip a radiofrequenza che permetterà al proprietario di fare a meno di chiavi e telecomandi. Il simpatico americano ha raccontato che aveva paura di perdere le chiavi.

Per completare l’operazione si è avvalso dell’aiuto di uno studio di piercing ispirandosi al principio utilizzato da Apple e Google Pay per le transizioni transponder. Workman, però, non ha voluto rivelare ulteriori dettagli sulla tecnologia utilizzata. Oggi nel suo corpo sono dunque presenti 4 chip. Già perché questo non era il primo. Se ne era già installati tre: uno per aprire la porta del suo ufficio, un secondo per gestire il suo personal computer ed il terzo, e non ultimo, per condividere i suoi dati personali.

Chi dovesse impiantarsi un chip sottopelle da oggi non sarà quindi così originale essendo arrivato secondo dopo il signor Workman.

Ma come funziona quindi questo michrochip?

Si tratta di solito di chip con dispositivi RFID direttamente collegati alla tecnologia NFC (Near Field Communication).

Chissà che questa iniziativa individuale non faccia venire un idea di business al magnate Elon Musk. Potrebbe infatti fornire questo servizio già all’acquisto dell’auto che ne pensate?Senza dubbio l’era in cui vedevamo nei film di fantascienza la possibilità di avere chip sottopelle è divenuta realtà. Una cosa è certa non avrete più paura di andare in discoteca, al mare o in qualsiasi posto e perdere le chiavi dell’auto. Vi assicuro che a me è successo e non è simpatico.