Linee Guida BombaGiù

Perchè Bombagiù? Guardate il video e leggete l’articolo per capire qual’è la nostra missione. Raggiungiamola insieme!


Se siete finiti su questo sito senza dubbio siete curiosi e forse consapevoli che oggi, ancor più che in passato, siamo “bombardati” dai media da ogni angolo: quotidiani, riviste, newsletter, blog, influencer, social network, application, siti internet e chi più ne ha ne metta.

Penso che in molti, nella confusione del web, si siano accorti quanto le informazioni possano essere ripetitive. L’autorevolezza delle persone che ce le sottopongono spesso ci mette in secondo piano. Giornalisti, editorialisti sono sicuramente figure rispettabili le cui parole sono più che importanti ma che non lasciano sempre spazio ad un dibattito interattivo. Noi non vogliamo cancellare o sostituirci ai media tradizionali. Ma cosa scriverebbe sulla prima pagina di un giornale un editorialista che non è editorialista? Ed un giornalista che non è giornalista? Un aspirante pubblicista che non è un pubblicista? Cosa scrivereste voi stessi, invece? E cosa penserebbero gli italiani e gli stessi giornalisti di quello che avete scritto voi?

Ecco la sfida è questa. Mettiamoci noi al centro dei media stessi.

Ma facciamolo in una modalità un po’ più ordinata, la modalità quella classica che ancor oggi, seppur con il cambiamento che ha portato lo sviluppo di internet, risulta quella che gode di più credibilità.

Dunque a chi è rivolto BombaGiù?

  1. Ti piacerebbe scrivere e vuoi vedere cosa pensa la rete delle tue idee? Scrivi su BombaGiù.
  2. Sei già uno scrittore, giornalista, blogger e vuoi dare visibilità alle tue parole su un pubblico particolare? Scrivi su BombaGiù.
  3. Vuoi dimostrare ai tuoi amici che finisci in prima pagina? Scrivi su BombaGiù.
  4. Leggi i giornali tutti i giorni e vuoi vedere anche cosa contiene un editoriale scritto da un non editorialista? Leggi BombaGiù.
  5. Vuoi farti pubblicità per qualsiasi motivo (il tuo libro, la tua startup, la tua musica, i tuoi eventi…): scrivi su BombaGiù.
  6. Sei un editorialista di un giornale e vuoi scrivere su BombaGiù? Scrivi su BombaGiù.
  7. Sei un politico e vuoi rispondere alle critiche ricevute? Scrivi su BombaGiù.

BombaGiù non vuole essere una scuola di giornalismo anzi la nostra idea è quella di lasciare spazio alla vostra indole creativa. Vogliamo comunque aiutarvi ad aumentare la possibilità che il vostro articolo venga considerato dagli utenti e dai lettori come un articolo e non un commento libero come quelli che scriviamo ogni giorno sui social network.

Leggete i nostri consigli ed applicateli se volete. Ogni esperimento creativo sarà valutato da voi stessi!


SI PARTE DALLA SCALETTA!

Per prima cosa non potete cominciare a scrivere senza avere preparato una «scaletta» che contiene l’ordine tematico secondo cui si svolge l’articolo stesso.

Un’ articolo si divide in:

  • apertura
  • corpo centrale
  • conclusione.

L’apertura può contenere gli elementi più importanti dell’ evento o della storia che si vuole raccontare, un episodio oppure un aneddoto.

Esistono diverse possibilità per l’apertura, l’importante è riuscire a inserire una frase di impatto, breve e che invogli il lettore a leggere il vostro articolo fino in fondo. Deve inoltre essere esplicativa, perché il lettore deve comprendere di ciò che si parlerà nel corso dell’articolo.

Terminata l’apertura, ci si può concentrare liberamente sul corpo centrale. E’ in questo caso che la «scaletta» ci protegge dal rishio di uscire di strada, di farci prendere la mano nelle idee libere perdendo di vista l’obiettivo.

Un buon articolo, infatti, si concentra su una sola idea, una sola tesi o un solo fatto (se parliamo di cronaca).

E la conclusione? Così come avviene per l’apertura anche la conclusione deve avere una frase finale ad impatto. Il miglior finale si ottiene quando il lettore si ferma a riflettere per qualche istante su quello che ha appena letto. (da P. Ottone, Il buon giornalista, Longanesi, Milano, rivisto da BombaGiù).

Non dimenticate di leggere più volte il vostro articolo. L’errore di battitura o di ortografia può capitare a tutti ma se ci riuscite a non farlo, forse, sarete più apprezzati dai lettori stessi.

IMPORTANTE! Scegliete un titolo ed un immagine ad effetto. Un articolo ben scritto che non viene cliccato rappresente un peccato. Il titolo e l’immagine che scegliete sono quelli che spingono gli utenti a leggere il vostro contenuto.


METTETEVI ALLA PROVA, LA REDAZIONE DI BOMBAGIÙ VI SEGUE E VI PORTA IN PRIMA PAGINA!