Le barrette di cioccolato scadute valgono una fortuna

236

Hai mai pensato a collezzionare le barrette di cioccolato scadute? Io anche volendo non ci potrei mai riuscire perché me le mangio tutte subito.

Sono ancora tanti gli italiani che sgranocchiano la calza della Befana. Fatta di dolciumi vari ed eventuali. Tra caramelle, gomme, barrette di cioccolato, i dentisti ringraziano. Immancabili Mars, Bounty, Twix, Snickers, Kinder Bueno, Kinder Cereali, Duplo, Ferrero Roche, Pocket Coffee, Mon Cheri, Donatello e quant’altro.

E non è un caso che la Ferrero vada ancora a gonfie vele, tanto che nella classifica Forbes 2018 dei Paperoni ha visto tra gli italiani il meglio piazzato in Giovanni Ferrero, figlio del fondatore Michele, al posto numero 37 con un patrimonio di 23 miliardi di dollari. Seguono, tra i miliardari tricolori, il fondatore di Luxottica, Leonardo Del Vecchio, quarantacinquesimo con 21,2 miliardi, e Stefano Pessina (ceo di Walgreens Alliance, posto numero 127 e una ricchezza di 11,8 miliardi).

Il podio invece è occupato dal fondatore di Amazon, Jeff Bezos al primo posto. Al secondo posto troviamo il fondatore di Microsoft Bill Gates. E a chiuderlo il trader Warren Buffet, chiamato il Mago di Omaha.

Ma tornando al cioccolato, occorre dire che tra le tante cose che possono essere vendute sul web, troviamo pure le barrette scadute. Già. C’è chi fa collezione pure di questo. Vediamo quanto può valere una barretta di cioccolato scaduta.

Perché sarebbe profittevole conservare le barrette di cioccolato scadute?

CONTINUA A LEGGERE