I coltelli da cucina sono oggetti di culto per gli appassionati ed hanno caratteristiche molto precise secondo l’uso. Questi strumenti indispensabili però sono solo 5: scopriamoli.

Anthony Bourdain, l’autore di Kitchen Confidential, ha scritto nel suo libro che solo due cose separano uno chef da una casalinga: un uso smodato del burro e coltelli ben affilati.
Sul primo aspetto non possiamo intervenire, sul secondo qualcosa possiamo fare. Quindi, scopriamo quali sono i 5 coltelli da cucina indispensabili e ben affilati e adoperiamoci per procurarceli.

Il costo di un buon coltello

Prima di capire quali sono i coltelli davvero indispensabili, cerchiamo di capire quanto costa un buon coltello: non costa pochissimo. Ma non perdiamoci d’animo. Il vero investimento lo dobbiamo fare soltanto per il nostro coltello principale, quello da chef, detto anche trinciante.
Di che cifra stiamo parlando? Dagli 80 euro in su, come minimo. Se non siamo dei professionisti, inutile superare i 100. Ma non illudiamoci di trovare un buon coltello da chef sotto queste cifre.

I magnifici 5 coltelli da cucina indispensabili.

1) Coltello da chef

Coltelli da cucina - Coltello da chef

Ha una lama triangolare che va dai 15 ai 30 cm. L’estremità curva facilita il movimento del coltello per tritare il battuto o la frutta secca. Deve essere massiccio e di buona qualità per resistere ai colpi ed alle sollecitazioni.

E’ l’attrezzo per cui vale la pena spendere qualche euro in più. Orientiamoci su modelli di marca che assicurino qualità e durata.
Un buon coltello lo troviamo a 90-100 euro.

Uso.
Gli chef lo utilizzano per tutto o quasi: tagliare, affettare, sminuzzare, tritare. Tra tutti i coltelli da cucina è considerato l’unico davvero indispensabile. Senza questo modello non potremo mai definirci cuochi con almeno una stella.

2) Coltello da disosso

Coltelli da cucina - Coltello da disosso

Ha una lama rigida e lunga con una punta curva e affilata che misura dai 9 ai 15 cm. Deve essere leggero, ma resistente e molto affilato.
L’investimento richiesto in questo caso è medio, sui 20-30 euro.

Uso.
Il nome svela la sua funzione: serve per separare la carne dalle ossa, non per nulla si chiama anche coltello da macellaio. E’ quello che ci vuole per trattare carne e pollame e deve essere a lama rigida e ben affilato.

CONTINUA A LEGGERE…