La stessa sensazione mi è tanto famigliare e cara

44
stessa sensazione
Cover del Libro - Ceneri di un cielo Autarchico - Serena Baldoni

La stessa sensazione mi è tanto famigliare e cara


E lo so,

la stessa sensazione mi è tanto famigliare e cara come il sangue perduto in una ferita drastica,

ogni goccia,

ogni misera goccia strappata a questa stessa pelle,

lo so …

la felicità o la sua illusione,

finalmente la ventata d’aria che attendevi,

l’aria sognante,

il tramonto che perversa nella notte,

il risveglio diverso,

l’alba magica,

il sole incantato e amico,

la pelle nel suo fremere e l’adrenalina,

il cervello invaso da troppo amore.

E lo so …

la stessa sensazione mi è tanto famigliare e cara come il sangue,

quanto il sangue perduto nella morte,

perché la disillusione diventa lutto e il lutto ricopre di fine i sensi,

ma ciò che resta … quello che rimane è arduo da combattere ancora,

lo so …

io conosco bene la tua sensazione,

la felicità perduta,

dopo un lungo periodo intenso di assuefazione dalla realtà nemica,

lo sprazzo nel cielo aperto,

le stelle che si ritraggono,

salutandoti da lontano,

la pace,

la quiete che diviene tempesta e il rimorso che invade.

Lo so,

io lo so …

ma puoi ancora sopravvivere alla fine,

a testa alta,

mentre la sconfitta è un qualcosa che s’allontana dal cuore.


La stessa sensazione mi è tanto famigliare e cara