Indovina se è gay? L’incredibile webshow thailandese.

601

Da sempre una nazione all’avanguardia sul tema degli omosessuali, la Thailandia, ancora una volta dimostra di anticipare tutti con uno show incredibile, ScanGay, che va in onda su Youtube.

Una vera perla dal contenuto virale. Noi di BombaGiù abbiamo guardato alcune puntate di ScanGay e vi assicuriamo che siamo diventati dipendenti. Se volete farvi delle risate ci riuscirete andando a vedere i pochi episodi con i sottotitoli in inglese. Cliccate qua e non vi pentirete.

Lo show presenta due ospiti famosi a puntata, di solito attori, pop star, o DJ famosi, che hanno tre minuti di tempo per determinare se il concorrente maschio è gay o etero. Se si sbagliano, il concorrente ottiene 10.000 Baht, circa 250 euro in cambio del disturbo per avere esposto la sua sessualità al mondo.

scangay2
Una scena tratta dal webshow ScanGay in onda su YouTube ogni Giovedì.

Ad esclusione delle domande esplicite del tipo “Sei stato con un uomo?“, i concorrenti possono chiedere più o meno quello che vogliono. Alcune domande sono davvero inutili ma esilaranti del tipo “Che slip indossi stasera?” oppure “Ti piacciono i film horror? e ancora “Qual è la tua pornostar giapponese preferita?“.

Lo spettacolo viene rappresentato ogni Giovedì sul canale YouTube “Tigercrychannel” ed è presentato da Eakkachai “Eakky” Eueasangkomset, una pop star Thai apertamente gay in passato componente della famosa boy band thailandese U.H.T. Guardatelo qua sotto e capirete che è lui la vera star di questo show.

eakky
Eakky – simpaticissima pop star thailandese

Molti di voi sapranno che la Thailandia è conosciuta come il paese con la più ampia apertura mentale nei confronti dei ladyboy e degli omosessuali. La discriminazione sessuale, infatti, è vietata dalla Costituzione. Inoltre non esiste il coming out in quanto sin dalla pubertà i ragazzi “effeminati” sono accettati abbastanza serenamente in famiglia, se facciamo un paragone con il resto del mondo.

Bene! Quale sarà il prossimo paese a lanciare coraggiosamente sugli schermi il format di ScanGay? Non vediamo l’ora.

3 COMMENTS

  1. E noi in Italia siamo ancora a doverci subire discorsi su cosa é contro natura, su come riconoscendo le coppie di fatto si distrugge l’istituzione della famiglia e mille altre fandonie. Come se la fedeltà fosse una cosa naturale, come se fosse naturale costringere un uomo a non praticare sesso per rispettare il sacerdozio.
    Ma perché magari questa gente invece che pensare agli omossessuali non pensano magari ad aggiornarsi e risolvere magari il gap che hanno riguardo alla parità dei sessi! Cattoperbenisti medioevali.
    W la Thailandia! Cento, che dico, duecento… anzi no, trecento anni avanti a noi!