Dieta ipocalorica, gli esami clinici da eseguire prima di iniziare

122

E’ sempre consigliabile, prima di cominciare una dieta ipocalorica, effettuare alcuni esami clinici per verificare il proprio stato di salute. Ecco quali sono.

Quando si decide di sottoporsi ad una dieta ipocalorica è opportuno che l’organismo sia in buona forma. Infatti, qualsiasi regime alimentare ipocalorico, anche se equilibrato ed eseguito per un breve periodo, presuppone qualche privazione e ristrettezza.
E’ bene quindi eseguire alcuni tra i più comuni esami del sangue ed il controllo della pressione arteriosa.

Se il sovrappeso è eccessivo, sono indispensabili controlli più approfonditi, in modo da verificare se esistano problemi ormonali che causano l’obesità. In questo caso è opportuno rivolgersi al proprio medico o al dietologo o al nutrizionista per procedere al da farsi.

Gli esami clinici da eseguire prima di sottoporsi ad una dieta ipocalorica.

EMOCROMO

E’ il più comune tra gli esami richiesti per verificare lo stato di salute generale. Si dovrebbe eseguire ogni 1-2 anni circa come esame di routine.
Praticamente consiste nell’analizzare i principali elementi del sangue come globuli rossi e bianchi, emoglobina, piastrine ed altri.

CONTINUA A LEGGERE…