Il 2022 del gioco a distanza in Italia

89

Dicembre è sempre il momento perfetto per tirare le somme dell’anno che si sta per concludere, vedere come sta andando il mercato e capire quali possono essere le prospettive future. Un discorso che vale per tutti i settori economici, così come per il mondo del gambling.

Il 2022 dei casinò online e del gioco digitale è stato l’anno della rinascita, del ritorno alla normalità vera e propria dopo anni difficili come quelli della pandemia. E a dirlo sono soprattutto i dati e le statistiche raccolti nel report annuale di Giochi di Slots. La redazione del sito specializzato nel settore del gioco a distanza in Italia ha analizzato le statistiche presenti all’interno del Libro Blu pubblicato dall’ADM, ovvero dall’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli di Stato, che contiene importanti sullo stato di salute del comparto italiano. Allo stesso tempo, ha stilato una classifica delle piattaforme di casinò online più visitate in Italia e messo in risalto gli eventi più significativi per il comparto durante l’anno che sta per finire.

Una crescita da 140 miliardi di euro

I numeri del report di Giochi di Slots sono assolutamente positivi e confermano una crescita importante di tutto il gioco online. 25 punti percentuali per quanto riguarda la raccolta, 16 punti, invece, per le entrate erariali, con previsioni che stando al discorso del Direttore Generale Marcello Minenna dovrebbero essere da record, così da raggiungere un giro d’affari complessivo che si aggira tra i 135 e i 140 miliardi di euro.

Un trend importante che si deve in particolar modo a due grandi fattori. Il primo è quello relativo al miglioramento dell’offerta di giochi, frutto di programmazione e sviluppo sempre più tecnologici e ad alto livello, con funzionalità basate sulla gamification e il machine learning, con grandi effetti audiovisivi o una particolare attenzione allo storytelling. L’altro fattore è quello del pubblico, che si è progressivamente allargato nel corso del tempo, andando a coinvolgere soprattutto la Generazione Z, quella che gioca soprattutto attraverso cellulare e smartphone. Ed è proprio qui che si deve guardare per il futuro del gioco pubblico italiano.

Il ruolo della tecnologia

La crescita del gambling è legata soprattutto alla capacità di guardare alla tecnologia, con la creazione di app e piattaforme mobile friendly. Ne è certo anche Alessandro Piccolo, CEO del nuovo operatore di gioco EazyBet, che ai microfoni di Jamma.net spiega: “Questi dati non ci sorprendono quanto negli ultimi anni siamo stati spettatori di un processo di crescita a livello tecnologico di tutte le piattaforme di casinò online e scommesse sportive. L’offerta di gioco online è cresciuta rapidamente a livello qualitativo grazie alle nuove features introdotte dalle software house e dalle piattaforme, che hanno incrementato sia il grado di coinvolgimento degli utenti, sia la game experience, fino a livelli mai visti finora”.

Se il 2022 del gioco è stato all’insegna della crescita e del ritorno alla normalità, il 2023 non potrà che essere una conferma del cammino fatto finora. Un cammino segnato dalla tecnologia e dal digitale.