L’imbonitore di pensieri occasionali di Sebastiano Impalà

237

Verrà il vento e asciugherà il tuo sudore,
pensatore vago, che dalla vita
hai tratto solo inganno.

Avrai la faccia dell’uomo qualunque
quando presterai il tuo nome
al vile inquisitore e cercherai, nel volto della sera,
l’ultima carezza che il cielo possa darti,
per condurti fra le fauci della notte.

Vivrai ugualmente a lungo
nelle cellule scolpite della storia,
negli orizzonti blandi
dell’umana comprensione.

Senza parole, senza convinzione.


L’imbonitore di pensieri occasionali di Sebastiano Impalà

(@Sebastiano Impalà -2017-All rights reserved)