Lettera aperta al Presidente della Repubblica Italiana: Misuriamo la febbre ai cerini bruciati che Governano il Paese.
Dear President of the Italian Republic Mr. Sergio Mattarella.
Illustrissimo Emerito Professore Onorevole Presidente ecc……….
Con tutto rispetto all’uomo che rappresenta la Repubblica Italiana con i suoi 60 milioni di figli maschi e femmine, arricchito da fantasiosi sovrumani riconoscimenti di gloria, in sostituzione della semplicità di quell’essere che dovrebbe rappresentare nell’interezza la grande famiglia Italiana nel nome del Padre della Patria.
Chi scrive é umilmente ispirato da Madre Natura, senza super riconoscimenti, dove l’ “IO, TU, VOI, NOI e LORO” é la medesima persona nel linguaggio come pure nella realtà dell’essere più potente dell’Universo, dove ogni azione nelle vesti di Madre Natura ha uno scopo, un suo perché, che spesso non é considerato da arrampicatori di Potere che si definiscono Onorevoli Super dotati, appartenenti alla famiglia degli intoccabili, sottomettendo i più deboli ai loro sogni formulati su illusioni di grandezza, unitamente alla loro acquisita capacità di farsi strada attraverso spallate e gomitate che offuscano le loro limitate facoltà mentali.
Quando andavo a scuola dove le scuole erano tutt’altra cosa, il Professore di Fisica insegnava che l’uomo vale quanto un cerino bruciato, non ho mai capito il perché di questa sua convinzione, poiché vi sono tantissimi cerini bruciati in Politica in rappresentanza del Paese, i quali guadagnano e mangiano quanto pesano benché non servono a nulla, ed altri cerini bruciati sempre in Politica, che creano danni per miliardi di Euro e sono sempre li e ben protetti.

Chi sono i loro protettori? Chi sono i loro sostenitori?

La storia da non dimenticare ci illustra diversi cerini bruciati capaci di creare danni immensi, mentre altri posti in difficoltà per abusi di potere, sono capaci di mettere a repentaglio la loro vita, esattamente come il famoso esempio:

Muoia Sansone con tutti i Filistei.

Sansone, naturalmente non fu mai esistito e queste dicerie fanno parte delle tante storielle di Nonna Mariuccia per procurarsi il necessario da vivere. Il nome Sansone deriva dall’ebraico Shimshon, che significa “piccolo sole” perché era focoso come il sole e bello come un Dio. Sansone era dotato di un’incredibile forza personale, da non confondere con il Potere nelle mani dei cerini bruciati, un dono che era stato conferito direttamente da Dio, o meglio da “Madre Natura“.
Una Notte, un angelo proveniente dall’aldilà, aveva avvertito la madre che al nascituro (Sansone) non avrebbero dovuto tagliargli i capelli perché proprio da essi sarebbe dipesa la sua forza. Ogni volta che si presentava un’occasione sfavorevole per Sansone, lo spirito del Signore lo investiva della super forza per aiutarlo. Sansone era spesso in conflitto con i Filistei, un popolo che per quarant’anni aveva messo in balìa gli israeliti. Storie inventate per fare strada a nuovi interessi di gruppi di Potere.

Sansone era abbastanza spavaldo nei confronti dei Filistei, poteva permetterselo grazie allo spirito del Signore che gli permetteva prevalere sempre su di loro, ma per quanto lui fosse apparentemente invulnerabile, non lo erano le persone che gli stavano vicino.

Anche l’Italia é ricca di storielle inventate, mentre nella realtà a causa di bipedi equivalenti al valore di cerini bruciati, il Paese ha sul suo doloroso bilancio cinque milioni di poveri, che ultimamente nel cambio continuo fra cerini bruciati posti al Governo del Paese, i poveri sono raddoppiati, con il timore che ben presto diverranno venti, trenta, cinquanta milioni di poveri, destinati ad essere ingoiati da Nazioni più attente nella scelta delle loro politiche di scelta dei collaboratori, per programmare le politiche sociali, economiche, industriali in perfetta armonia con le masse dei sudditi. Uno per tutti e tutti per uno.
Grazie al Presidente Donald Trump dall’occhio e dall’intelletto lungimirante, ha provveduto ad inviare soldati Americani in difesa del Popolo Italiano, spaventato da ciò che potrebbe accadere in Italia a causa di quei madornali errori spalancando porte e finestre, in cambio di stranissimi accordi sotto banco creati da cerini bruciati con altri cerini bruciati in Vaticano.
In più occasioni Madre Natura ha cercato di suggerire il giusto cammino sociale, equilibrato, dove ogni essere é uguale di fronte a Madre Natura, così come dovrebbe essere fra l’autorità e i cittadini, dove alcuni uomini, non si sa come ne perché, sono perennemente incollati a vita sul piedistallo del mondo nella parte di prime donne, le quali non rispettano ne la Costituzione e neanche la Legge, fanno é disfano ogni decisione secondo gli interessi di pochi, ignari che al di sopra di ogni anima vivente c’é una madre “Madre Natura” pronta ad intervenire per riequilibrare la Giustizia, quella Giustizia che manca da sempre nel paese.
I cerini bruciati finiti in Politica, hanno fatto dell’Italia un porcile, Governato da esseri incompetenti che abusano non soltanto della pazienza dei sudditi sottomessi, a causa di una specie di Totalitarismo Politico di gruppo, ma anche della pazienza di Madre Natura, di cui nonostante i vari segnali, spesso dolorosi, continuano indisturbati a distruggere tutto ciò che trovano lungo il loro cammino per momentanei interessi di parte, dimenticando che anche essi un giorno dovranno morire per finire nel fuoco eterno, non quello illustrato da Dante su commissione divina terrena, ma quel fuoco di pentimento che si porteranno dentro per l’eternità che inizia dal letto di morte.
Sempre secondo i tentativi e i tanti suggerimenti Divini di Madre Natura, per guidarci nella giusta strada, apparentemente sono tutti falliti e perciò sono obbligata in qualità di Madre Natura a dare un segnale forte, per impormi con risolutezza attraverso i Soldati al servizio della Natura, servendomi di esseri quasi invisibili, per eliminare il male di cui in conseguenza del vivere insieme, verranno toccati anche molti innocenti.
Lo scopo é di entrare nelle massime cariche dello Stato, quelle Laiche e quelle Religiose, per eliminare il profondo marciume che regna ed impera nel “Parlamento, Senato, Magistratura corrotta, Sindacati al servizio del male, uomini in Divisa e tutti coloro che usano e abusano dei loro poteri per interessi personali o di Gruppo di affiliati a raggruppamenti Politici e Religiosi in contrasto con l’Etica per il quieto vivere.
Oltre al spaventoso debito pubblico creato nel tempo da cerini bruciati, arricchiti sulle fatiche dei cittadini, l’Italia si trova ad affrontare un pericoloso momento storico che é il risultato di errate Politiche imposte da oltre 70 anni di Regimi Polizieschi presentati come Democrazia.
Questo vuol essere un avviso solenne, occorre una seria e autorevole rivoluzione dei sistemi adottati sino ad oggi, i quali conducono alla distruzione totale dello Stato e dei suoi sessanta milioni di anime.
Per salvare il Paese bisognerebbe eliminare gran parte di quella immensa Piramide di cerini bruciati, creata per speculare sugli esseri più deboli, usando liberamente sistemi di dominio sulle masse più rispettose dei valori di fratellanza e di amore, già ben rappresentate a livello Nazionale dai 7,904 Sindaci dei Comuni Italiani in contatto diretto con le anime del Paese.
Il Paese si trova nell’impossibilità di una ripresa degna della memoria dei nostri avi, i quali hanno dato la vita per il nostro futuro di libertà ed evoluzione del progresso, e se non interveniamo in modo ragionato eliminando tutte quelle imperfezioni rappresentate da inutili organizzazioni tali quali il Parlamento, il Senato, e tantissime organizzazioni senza valore ne utilità, non illudiamoci di poter raggiungere quell’auspicato sviluppo del Paese.
Avete impostato un sistema che glorifica gli individui che nella lingua Inglese vengono definiti “smart pants” per godere delle rimunerazioni non meritate che seguono una linea politica di personali interessi, mentre la crema della produzione industriale Italiana si é trasferita all’estero e quelle poche Industrie ancora rimaste nel Paese, sono state cedute al controllo di Multinazionali Globaliste, lasciando al Paese i noti fallimenti di Stato, tipici di Alitalia e le tante Partecipate in stato di imminente chiusura fallimentare, le quali continuano a pesare sui costi della vita dei cittadini comprese le famiglie, ormai senza alcuna speranza per il futuro delle nuove generazioni.
Occorre una grande forza unita all’intelligenza per affrontare e capovolgere la realtà alla quale é esposto il nostro Paese, ricorrendo al consiglio dei saggi per non cascare ulteriormente sotto alla soglia di vivibilità di un Paese che nel passato fu simbolo di Cultura e di progresso, oggi divenuto simbolo del regresso civile, economico e ladruncolare.
Vi sono importanti progetti per la ripresa del Paese, ma certamente non a queste condizioni, dove chi é spremuto dal lavoro e chi invece campa e consuma speculando sulla pelle dei lavoratori.
Mandiamo a casa i professori del nulla, quei famosi cerini bruciati di cui alludeva il Professore di Fisica, i quali hanno distrutto il Paese nel presente e per tanti anni futuri, prima che i Soldati di madre natura debbano intervenire con Virus peggiori per una azione più sostenuta di punizione verso l’autorità del Paese.
Quelli che sostengono che siamo in troppi, spinti dall’egoismo fuori controllo, spero siano stati serviti con la perdita dei propri cari.
Rispettosamente Madre Natura.
Lettera aperta al Presidente della Repubblica Italiana: Misuriamo la febbre ai cerini bruciati che Governano il Paese.