Il Movimento cinque stelle specula sul gioco d’azzardo

31

Il Movimento cinque stelle specula? Quale novità direste voi. I partiti lo hanno sempre fatto. D’altronde in politica essere imparziali é difficile e si finisce sempre con l’essere impopolari. Si sa, “tra il dire ed il fare c’è di mezzo il mare”. E ciò vale molto per il Movimento cinque stelle. Un primo assaggio ci fu a Parma, quando in campagna elettorale dissero che avrebbero fermato l’inceneritore. Ed invece. Ora al Governo sono varie le prove di sconfitta all’atto pratico. Mostrando spesso una sudditanza a Salvini, malgrado i tanti parlamentari in più che il M5S ha rispetto alla Lega.

La lista comincia a diventare lunga ed imbarazzante. Si pensi al Condono fiscale, approvato sostituendo il termine Condono con Pace. E poi la disfatta su Tav, Tap e Muos. Malgrado abbiano portato carrellate di voti nelle rispettive zone in cui si combatte contro di essi. Proprio con la promessa che non sarebbero stati realizzati.

Ed ora l’ultima delusione arriva dal Gioco d’azzardo, tra i vari nemici puntati in campagna elettorale. La trattativa con la Commissione europea a proposito della prima ipotesi di manovra finanziaria 2019 (che prevedeva un pur modesto deficit del 2,4%) si è conclusa, come è noto, con un cedimento del governo gialloverde alle richieste dell’Ue (cioè con ulteriori tagli per portare il deficit al 2,04%).

La resa di Conte si è concretizzata nel maxiemendamento presentato dal governo prima di natale. E così la nuova versione della manovra, a suon di voti di fiducia e senza nessuna discussione in Parlamento, è stata approvata in fretta e furia prima di capodanno.

Il maxiemendamento include alcune novità che riguardano anche il gioco d’azzardo. Come vedremo, il Governo Conte anziché contrastarlo, ha deciso di specularci con nuove tasse.

Vuoi sapere perché il Movimento cinque stelle specula sul gioco d’azzardo?

CONTINUA A LEGGERE