Prima donna a dichiararsi lesbica: morta Mariasilvia Spolato

70

La prima donna a dichiararsi lesbica ci ha lasciato. Il mondo LGBT ha perso una grande donna. Una figura di riferimento. Mariasilvia Spolato, attivista dei diritti LGBT e considerata la prima donna a dichiarare pubblicamente la propria omosessualità, durante una manifestazione femminista a Roma, l’8 marzo del 1972, è morta il 31 ottobre a Bolzano, a 83 anni. Sebbene la notizia sia stata diffusa solo l’otto novembre.

In tutti questi anni, il mondo omosessuale e LGBT si è visto riconoscere molti diritti e ha vinto molte battaglie. Se è vero che i primi movimenti sono partiti col ‘68, una grande spinta si è avuta negli anni ‘80, anche grazie ad altre sfere sociali e culturali, come la musica. Che sdoganò la cosiddetta “diversità”, proponendo personaggi che non nascondevano, attraverso la propria musica e il proprio modo di vestirsi, i loro veri istinti sessuali.

Poi arrivarono gli anni ‘90 e il nuovo Millennio, che hanno fatto il resto. Sebbene occorra dire che ancora molto deve essere fatto. Specie in un Paese come il nostro, dove gay, lesbiche e trans sono ancora vittime di violenza e prevaricazioni. Anche da parte delle loro stesse famiglie.

Tuttavia, il caso di Mariasilvia Spolato mette in luce due brutte storie: la sua personale e quella del Femminismo.

Volete saperne di più sulla triste storia della prima donna a dichiararsi lesbica?

CONTINUA A LEGGERE