Robofilia e Wi-Fi – L’era dell’ Alien Technology

250

L’anatomia del nostro corpo fisico, mentale e spirituale è costruito organicamente su fonti di informazioni bio-elettromagnetiche foto-cellulari ed interattive, che comunicano tra se stesse e con i nostri organi.

La nostra pelle si rigenera in automatico come i nostri organi che respirano e si organizzano per la propria sopravvivenza. Il nostro organismo biologico, comandato dalla struttura DNA con la sua memoria di dati e informazioni, programma in collaborazione con la volontà della nostra mente bio-cibernetica ogni necessità anche in rete naturale telecinetica. Quest’ultima è da sempre il nostro potere naturale spirituale in funzione universale, molto simile ad una rete WI-FI. Queste informazioni ovviamente sono la base della ricerca medica eugenetica da secoli. Nel dopoguerra dal 1950 iniziò a diffondersi a livello mondiale e fu l’inizio dell’era dell’Alien technology.

Effettivamente il teletrasporto (trasporto istantaneo) lo usiamo tutti i giorni anche se su scala microscopica o in miniatura con i KB ( kilo bites ) delle nostre e-mail o messaggi sms, chat, immagini, musica, video, pdf, word ecc. Dalla nostra casella postale al mittente vengono effettivamente teletrasportati elettro-telecineticamente, come in un mini stargate.

Questo durante la terza rivoluzione industriale dagli anni 70, è diventato la cosa piu’ importante di tutta la robofilia industriale planetaria, che molte multinazionali si sono ovviamente interessate a brevettare per possedere la tecnologia a nome loro. Anche se magari Nicola Tesla lo aveva già pubblicato nel 1893. Dopo 111 anni, nel 2004 la Microsoft di Bill Gates è riuscita ad ottenere un brevetto per utilizzare il corpo umano come strumento di trasmissione dati istantanei e interattivi, in connessione anche via satellitare per degli strumenti elettronici di uso comune, come cellulari, i tablet e via discorrendo.

alien technologyL’obiettivo è quello di fornire un’alternativa alle normali reti wireless, connettendo, attraverso elettrodi, una fonte esterna di energia da una parte, mentre dall’altra la connessione sarebbe con le periferiche. In questo modo, ogni organismo umano, animale o vegetale, diventa un vero e proprio network, molto autonomo e personalizzato.

L’invenzione è registrata come United States Patent 6,754,472 Williams, et al. June 22, 2004, mentre l’assegnatario risulta essere Microsoft Corporation (Redmond, WA).

Di seguito nel video l’intervento di Massimo Rodolfi:

“Bill Gates ed il Wi-Fi Umano (Agenda Transumanista in Corso) “

https://youtu.be/7DOFzMXMq4s

Articolo di

< COSMO GANDI >

ROBOFILIA