Babbino e le multe. Cosa si faceva per far chiudere un occhio

67

Babbino e le multe. Babbino che sempre ha fatto il camionista e gruista conosceva bene le strade e i pericoli.
Ci raccontava spesso episodi di vita vissuta.
Babbino fosse vivo, avrebbe avuto ora 101  anni….dunque parliamo di molti anni fa.

Lustri e lustri fa…..
Quando portava la merce fuori, caricavano gli articolati a più non posso ed erano sempre sovra-carico, le multe erano molto salate e babbino ricorda cosa facevano perché qualcuno chiudesse un occhio.

Infilavano nel libretto di circolazione 50 o 100 mila lire.

Quando venivano fermati e chiedevano i documenti presentavano il libretto…..se abboccava…i controllori dicevano….”a posto” …vada e, si prendevano i soldi….Se non abboccava …babbino diceva”I soldi li metto in ogni posto” ….e viaaaaaa si prendeva un verbale gigantesco.
Dunque per babbino le multe erano un’onta grandissima.
Miei fratelli avevano la camera tappezzata di multe…..e babbino disapprovava…li incitava ad andare piano e non farsi multare ecc.
Però da quale pulpito arrivava la predica? Uno che trafficava con le Guzzi da sempre ed una volta si è fatto in discesa una scalinata che non sapeva esistesse.
Mancava poco….e non sarebbe mai diventato il nostro babbino.

In Italia avevano installato i primi autovelox….e se ne parlava tanto.

Un giorno arriva una raccomandata intestata a Babbino. Veniva invitato dalla Polizia Stradale di Viale Poetto a presentarsi da loro con documento di identità e patente per visionare foto multa autovelox.
Babbino appena rientra mio fratello Carletto lo fa nero, perchè spesso gli presta la sua vettura. Per forza Carletto aveva preso la multa….Babbino era assai prudente.
Lo minaccia di non prestargli più la vettura.

Da “scellerato” lo prende e da “scellerato” lo lascia. Ognuno di noi che arrivava a casa appresa la storia della raccomandata , rincarava la dose nei confronti di Carletto. Si passava dalla sciagurato a MOLTO di più….solo un cretino patentato poteva prendersi una multa in Viale Armando Diaz.
Babbino si reca al posto di Polizia tutto pomposo….e rientra zitto.
A casa tutti lì ad aspettare e vedere le foto con il colpevole, cioè Carletto.
Incitato a rompere il silenzio, butta i documenti sul tavolo.
Ecco spuntare le due foto con visibile la testa e le stanghette degli occhiali….riconoscibilissimo….era BABBINO…..che si era preso 58 mila lire di multa.

Cèèèèèèèèèè ma Babbino non era ne sciagurato, neppure cretino patentato……e tante offese dette gratuitamente …….noi dovevamo ritirarle.

Carletto rise per mesi ….prendendo in giro Babbino e la vettura gli venne prestata sempre.
Passa tanto tempo e raddoppiano le multe…siamo intorno al 1984. Entravano in vigore la domenica le nuove multe.
Stavamo in fila incolonnati sulla Campu Omu….noi dietro a Babbino con un’altra vettura. Babbino stanco di stare in colonna, prende e fa un sorpasso azzardato, suonando alla vettura davanti per dargli spazio…….la vettura davanti purtroppo era la pantera della polizia.
Lo fermano giustamente……e gli fanno un verbale gigantesco….con le nuove tariffe.
Dal giorno Babbino quando sentiva che aumentavano le tariffe delle multe diceva:”Meglio che non esca per un pò….ce l’hanno con me!!!
Forte il mio babbino!!

1 COMMENT